Utente 323XXX
Buonasera,

In seguito a un controllo preventivo, mi è stato diagnosticato una neoplasia polmonare dx.
I risultati della PET sono completamente negativi e nella tac total body con contrasto è stata riscontrata la presenza, a livello del recesso costofrenico posteriore di destra, di una formazione nodulare di circa 7 mm di diametro massimo e una bolla di enfisema di circa 15 mm di diametro massimo a sede lobare superiore destra in posizione subpleurica antero-laterale.

Rivolgendomi a un chirurgo toracico mi è stato consigliato, nel caso in cui il nodulo fosse un tumore primitivo, di effettuare una Lobectomia al lobo inferiore destro del polmone.
Data la consistenza di sole 7 mm di diametro massimo, è opportuno effettuare ugualmente la lobectomia oppure ci sono altre soluzioni che è possibile valutare?

Inoltre in caso in cui venga effettuata la Lobectomia, quali saranno le mie future condizioni di vita?
[#1] dopo  
Dr. Ottorino Perrone
24% attività
0% attualità
12% socialità
COSENZA (CS)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2012
Buongiorno,
parla di neoplasia polmonare PET-. Intuitivo che si possa procedere ad una resezione "limitata" considerando le esigue dimensioni della lesione. Allo stato delle cose i risultati ottenuti procedendo ad una resezione "intenzionalmente" inferiore alla lobectomia (segmentectomia, wedge resection) per alcuni gruppi chirurgici sono assimilabili a quelli ottenuti operando una lobectomia. Esistono studi in letteratura che consentono di ritenere la percentuale di recidiva a distanza espressione della quantità di tessuto rimosso (LCSG-821). In sostanza all'appropriatezza dell' atto chirurgico contribuiscono l'istologia, il campionamento linfonodale (clinicamente non manifesto), la bontà dell'atto operatorio. Le prove di funzionalità respiratoria preoperatoria consentono di stabilire che Lei è suscettibile di essere sottoposto al trattamento proposto per cui le sue future condizioni di vita saranno state già preliminarmente previste.