Utente 994XXX
Mia moglie, affetta da circa 8 anni da Leuvcemia Linfatica Cronica (LLC) curata in passato con 6 cicli di chemio e poi controllata semestralmente ha effettuato ieri una ecografia (rientrava nei controlli semestrali per la leucemia). Nessun linfonodo ingrossato ma una sorpresa ai reni. Una tumefazione che nella TC con mezo di contrrasto fatta in gennaio 2013 e nella eco addome di giugno 2013 non c'é.
Riporto qui di seguito il referto della eco e a seguire i valori degli esami ematici e delle urine fatte da appena una settimana. Il medico curante non vorrebbe fare la Tc ma una risonanza giusto per tranquillità ma sarebbe quasi dell'idea di ripetere una ecografia fra tre mesi senza far nulla adesso perchè dice che "gli esami vanno bene". Cosa mi consigliate di fare, come interporetate esami ed ecografia.

ECOGRAFIA ADDOME (del 16.10.2013)

Fegato aumentato di volume e parenchima nettamente steatosico. Colecisti normo-distesa la cui parete presenta millimetriche formazioni polipoidi, iinvariate rispetto ad un precedente esame ecografico del 18.03.2013; non dilatazione dlele vie biliari.
Nei limiti la milza. Inesplorabile il pancreas ed il retroperitoneo mediano per il meteorismo sovrapposto. aorta addominale regolare per decorso e calibro, ateromasica.
Regolare il rene destro. Il rene sinistro é un poco dismorfico per salienza ad ampio raggio della medio inetta convessità e ispessimento segmentario della corticale; il reperto potrebbe essere riferibile ad ipertrofia colonnare ma non si può escludere tumefazione discariocinetica, pertanto si rende opportuno completamento diagnostico con esame TC. Bilateralmente non immagini riferibili a calcoli ne dilatazione delle vie escretrici. Vescica urinaria a pareti regolari e contenuto alitisiaco in esiti di istero-annessiectomia monolaterale l'altro ovaio non é riconoscibile.



ESAMI SANGUE ED URINA (del 10-10-2013)

Emocromo:
G. Rossi : 4,66
Emoglobina : 14,4
Ematocrito : 42,6
MCV : 91,4
Piastrine : 217
G. BIANCHI : 7,6
Neutrofili 5,4
Linfociti 1,2
Monociti 0,6
Eosinofili 0,3
Basofili 0,0

VES 2
Urea 30
Glucosio 92
Sodio 139
Potassio 4,5
Creatinina 0,45
Acido Urico 4,1
Stima Filtrato Glomerulare 145 (> 90 Normale
60 - 90 Non Sign.in ass. danno renale
< 60 Possibile danno renale
Calcio 10
ALT 26
AST 17
LDH 184
Bil.Tot. 0,9
Bil. Di. 0,1
Fosf. alc. 60
Gam.GT 43
Col.Tot. 227
Col.HDL 39
Trigl. 242
PCR 0,41

Esame Urine

P.Sp.1015
PH 5,0
Emogl. 0,03
Prot.0
Gluc.0
Chet.0
Bil. 0
Urob.0
Nitriti Ass.
Emazie 16
Leucociti 78 (0 - 18)
Cell.epitel.squam.6
Cellule epit.non squam.2
Cilindri ass.
Cristalli ass
Flora microbica Ass.


Protidogramma: nella norma secondo i valori di riferimento riportati.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Paolo Piana
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Gentile Signore,
prima di allarmarsi eccessivamente consiglieremmo senz'altro la ripetizione dell'ecografia in una sede diversa. Pare poco verosimile che questa alterazione possa essere insorta nell'arco di pochi mesi, soprattutto a fronte di un recente reperto TAC normale. Solo se la ulteriore ecografia confermasse il ospetto sarebbe provvedere alla risonanza magnetica per chiarire ulteriormente la situazione.

Saluti
[#2] dopo  
Utente 994XXX

Iscritto dal 2009
Gentilissimo Dott. Piana,
seguendo il suo consiglio mia moglie ha ripetuto oggi, in tarda serata, l'ecografia. L'ha rifatta chiedendo l'esecuzione ed il referto del migliore specialista che lavora nella nostra città, in libera professione, per poterla fare immediatamente senza aspettare i lunghi periodi dell'ASL. Questo il referto:

"Fegato di volume ed ecostruttura regolare. Non immagini focali a carico del parenchima epatico. Piccola cisti a carico del segmento IV del fegato. Non dilatazione delle vie biliari intraepatiche e del coledoco. Colecisti normalmente distesa, un piccolo polipo colicisti invariato rispetto al precedente controllo (5 mm). Nei limiti il pancreas. Non tumefazioni linfonodali retroperitoneali. Piccola immagine di massa di circa 2 cm nelle logge surrenalica di sinistra invariata rispetto quanto descritta nella precedente TC. Nei limiti il calibro dell'asse splenoportale e delle vene sovraepatiche. La milza ha dimensioni regolari e parenchima omogeneo. entrambi i reni hanno dimensioni regolari. Normalmente rappresentata la corticale; non si rilevano dilatazioni delle vie escretrici ne formazioni riferibili a calcoli bilateralmente. regolare il calibro dell'aorta addominale. esiti di isterectomia. Non tumefazioni a cadere campi annessiali. regolari le pareti vescicali. non liquido libero endoaddominale. Non raccolte liquide in sede sottodiaframmatica. Non masse addominali ecograficamente apprezzabili. Non tumefazioni linfonodali nelle sedi ecograficamente esplorabili."

Come vede é perfetta. Il dottore ha approfndsito in maniera particolare l'eco ai reni per meglio vedere se vi erano cose strane ma non ha trovato nulla ne ai reni ne alla corticale.

Grazie dottore; il contenuto della sua lettera ci ha dato tranquillità fin dal primo momento.
Grazie ai suoi consigli questa sera in casa c'é tanta serenità. Grazie di cuore.
Un immenso ringraziamento anche da parte di mia moglie che qui, al mio fianco, legge quanto sto scrivendo.
Una ultima cosa: a questo punto é inutile fare Tc o risonanza di approfondimento ?
[#3] dopo  
Dr. Paolo Piana
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Gentile Signore,
gli accertamenti sanitari sono oggi tanto numerosi quanto raffinati, ma dietro di essi ad interpretarli ci deve sempre essere un medico con la sua esperienza e tanto buon senso. Diremmo che a questo punto non è più il caso di approfondire ulteriormente. La signora sarà comunque seguita con ulteriori accertamento programmati per il problema ematologico.

Saluti