Utente 324XXX
Gentilissimi dottori buongiorno,

ho 35 anni e mi è stata praticata una circoncisione totale lunedì scorso.
A parte una perdita di sangue il secondo giorno che ha richiesto l'apposizione di un altro paio di punti di sutura, ad oggi sembra che il decorso sia buono, infatti urino senza difficoltà, per ora non ho più perdite di sangue e nel complesso il mio sesso non sembra neanche tanto gonfio.

Però stamattina mi sono accorto di una cosa che credo sia meglio "prendere subito", ovvero guardando l'orifizio uretrale mi sembra che si sia formata come una pellicola trasparente che chiude la parte più alta (opposta al frenulo) dell'orifizio per circa 1/4. Sembra molto sottile e credevo che facendo pipì sarebbe svanita da sola, invece è rimasta lì.
Ad ora di pranzo ho cambiato le garze ed ho provato a tamponare con acqua borica e garza tnt "frizionando" (le virgolette son d'obbligo perchè ho fatto dei movimenti davvero delicati) per cercare di rompere la pellicola, ma non ci sono riuscito.

Al prossimo cambio di medicazione pensavo di tamponare un paio di minuti prima di urinare: magari ammorbidendo tutto, poi col getto di urina sparisce la miniostruzione.

La cosa non mi fa preoccupare più di tanto, ma chiedo il parere di qualcuno sicuramente più esperto di me in quanto non vorrei che fosse una di quelle cose risolvibili subito facilmente, ma che se trascurate, poi portano a complicanze o ad inutili sofferenze.

Grazie mille per l'aiuto!
Daniele

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
in genere è solo siero rappreso. Si deterga (tamponando e non strofinando) ad ogni minzione con disinfettante non alcoolico e garza soffice e sterile. Se ulteriori problemi senta il collega. Ma è robetta in genere.
[#2] dopo  
Utente 324XXX

Iscritto dal 2013
come speravo...

grazie infinite per la risposta super rapida e complimenti per il sito: serio e professionale, a mio parere un valido aiuto per noi poveri pazienti :)
[#3] dopo  
Utente 324XXX

Iscritto dal 2013
Ri-buongiorno,

volevo approfittare della Vs. competenza ancora per una domanda: ho letto che alcuni pazienti utilizzano garze “grasse”, ma in commercio ne ho trovate solamente alla paraffina o cicatrizzanti.
Visto che il chirurgo mi ha prescritto solamente acqua borica 2-3 volte al giorno e garze, volendo evitare di metterci medicinali cicatrizzanti o altre sostanze, ieri sera ho provato ad inumidire le garze per la medicazione con 1/2 fialetta monouso di soluzione fisiologica con il buon risultato di non far attaccare più la garza. Stamattina ho provato ad usare una fialetta intera, ma forse è un po’ troppo perché al contrario di stanotte ora ho proprio la sensazione di umido forte.

Mi chiedevo se far così può andare bene o se ci sia qualche controindicazione a tenere umida/bagnata la zona dei punti e tutto il contorno
Non avendo inoltre visto “dal vivo” queste garze grasse non so se effettivamente l’effetto è simile a quello che ho ottenuto.

Grazie
[#4] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
La fisologica è la cara buona vecchia acqua, che male non fa. Segua swempre quanto detto da collega. Personalmente son contrario a cicatrizzanti: possono dare cicatrici troppo estese.
[#5] dopo  
Utente 324XXX

Iscritto dal 2013
Mi trova d'accordissimo, ma il mio dubbio sulla fisiologica era se tenendo la ferita un po' umida non ci fossero rischi importanti di rallentamento nella cicatrizzazione (non vorrei che i punti se ne andassero prima dell'avvenuta cicatrizzazione...)

Parliamo comunque di poca roba: 2-3 ml spruzzati sulla superficie di mezza benda in TNT 36x40, che però riescono a tenere la benda staccata per tutta la notte.
[#6] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Non credo faccia nulla di più di niente.