Utente 327XXX
Salve, mi chiamo Stefano,

circa 2 mesi fa mi sono procurato una distorsione ifp con interesse del legamento al 3 dito della mano sinistra.

Oggi mi ritrovo con il dito dolorante grosso e particolarmente “storto” nel senso che l estensione del dito non è più totale, mentre quando cerco di piegarlo riesco a fatica a chiuderlo totalmente ,sopportando un gran dolore, solo se lo “accompagno” con l altra mano.



Secondo voi c’ è margine di miglioramento?? Come mi devo comportare??



Grazie.



Stefano

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Gentile Stefano,

si, ci sono margini per recuperare la flesso-estensione, facendo tre volte al giorno gli esercizi di kinesiterapia attiva e passiva.

Va però valutata l'eventuale presenzac di lassità articolare residua.

Buon pomeriggio.
[#2] dopo  
Utente 327XXX

Iscritto dal 2013
Io al momento sto effettuando delle sedute delle sedute di fisioterapiae svolgo giornalmente a casa degli esercizi(apertura e chiusura della mano) in acqua tiepida salata.
Un altra domanda : è normale che dopo più di due mesi il piegamento del dito mi causa ancora parecchio dolore???

Grazie
Buon pomeriggio anche a lei.
Stefano
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Si è normale.

Gli esercizi passivi vanno fatti mantenendo la posizione raggiunta (in flessione o in estensione) per alcuni minuti, per poi proseguire il medesimo movimento di un altro grado e di nuovo mantenendo la nuova posizione raggiunta, e così via.

Cioè un lento ma progressivo stress dell'articolazione, senza lasciare mai la posizione raggiunta, ma anzi incrementandola via via.