Utente 327XXX
Salve, sono un ragazzo di 23 anni affetto da neurofibromatosi di tipo 1 regolarmente controllata.. l'unico problema che tale malattia mi ha causato è stato un intervento ad un fibroma medisatinico al lato sinistro del corpo a 24 mesi d'età.
questo era un preambolo per arrivare al dunque dei miei problemi.
Quest'estate ho avuto un attacco di panico (premettendo che non mi era mai successo) con il cuore che batteva molto forte e sono andato al pronto soccorso dove mi han dato dei tranquillanti. da quel giorno è stato un via vai di problemi.
fiato corto, cuore che m'infastidiva e mal di stomaco. ho fatto varie ecg tutte negative, che han segnalato solo un lievissimo soffio ed un prolasso della mitrale che a detta del medico era irrilevante. poi un esame holter, anch'esso risutato negativo. per un periodo e andata benino. ho sempre la sensazione che il cuore mi dia "fastidio", mi spiego: quando sono steso lo sento battere nel corpo in maniera normale, ma come se fosse più forte, che certe volte se metto un oggetto sul petto esso comincia ad oscillare. in oltre ho problemi di stomaco. non ho mai fame, mangio sforzandomi e mi vien subito la nausea e bruciori di stomaco, oltre ad avere un nodo alla base della gola, giramenti di testa, e stanchezza costante. quetso fastidio allo stomaco mi porta a mangiare una volta al giorno e molto poco. oltre ad avere sempre gola secca e molta sete, tanto da svegliarmi durante la notte con la bocca completamente secca. io non so se tutto ciò e riconducibile solo ad un stato d'ansia e depressione moto forte. so soo che mi sento d'impazzire, quasi non esco più di casa e questi sintomi si fan sempre più debilitanti, fisicamente e psicologicamente. vi ringrazio a priori per eventuali risposte

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Gentile utente
i suoi disturbi non sono imputabili al cuore. Sicuramente l'ansia e suoi attacchi di panico giocano un ruolo importante e per questo deve rivolgersi ad uno psicologo.
Saluti cordiali