Utente 734XXX
Gentili medici,

Chiedo questo consulto perché da qualche settimana ho notato che, durante e subito dopo l'erezione, il prepuzio ha difficoltà a coprire il glande. Il glande tende a rimanere completamente scoperto durante l'erezione, ma in stato di riposo viene coperto parzialmente, quasi completamente. Talvolta anche del tutto, ad esempio dopo la doccia. Ho cercato di informarmi su internet ma non sono riuscito a comprendere con esattezza cosa sia la parafimosi. Mi pare di capire, anche guardando le immagini, che si formi una sorta di anello attorno al glande e che questo sia causa di infiammazione e dolore lancinante. La causa sta appunto nell'impossibilità del prepuzio di ricoprire il glande e di "scorrere" agevolmente.
Nel mio caso, rilevo solo quest'ultimo "sintomo" (sembra quasi che il prepuzio si arricci, si arrotoli leggermente su se stesso, e non possa così ricoprire per intero il glande), ma non ho assolutamente dolore o segni visibili di infiammazione, né si forma un anello alla base del glande (la pelle si arriccia semmai in cima al glande, a pochi centimetri dalla fessura urinaria.
Quindi vi chiedo se si possa parlare di parafimosi, se esistono forme leggere di questa patologia, se si tratta dello stadio iniziale della stessa, oppure no. È normale che il pene sia tendenzialmente scoperto, anche se di pochissimo?
Già che ci sono, vi chiedo anche qualche delucidazione sulle papule perlacee. Le ho da più di dieci anni e non mi hanno mai dato problemi. Sono sempre innocue o possono procurare fastidio?
Grazie per l'attenzione
Cordiali saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
gent.le utente

dalla sua descrizione sembrerebbe che sia tutto normale comprese le "papule perlacee", tuttavia il suo prepuzio sembrerebbe leggermente corto per coprire completamente il glande a pene flaccido è quindi senza peraltro darle particolari problemi.

Un cordiale saluto
[#2] dopo  
Utente 734XXX

Iscritto dal 2008
Gentile Dr. Maretti,

la ringrazio anzitutto per la risposta tempestiva. Anch'io ho l'impressione che il prepuzio sia corto, sebbene sia così da anni. Solo di recente, però, questo fatto si è tradotto nell'impossibilità di ricoprire il glande durante l'erezione. Come mi dovrei comportare?

Cordialità
[#3] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gent.mo utente

come ha sempre fatto, se il prepuzio è corto non c'è nulla da fare e comunque per conferme deve procedere con una visita specialistica.

Cordialità
[#4] dopo  
Utente 734XXX

Iscritto dal 2008
Capisco. Mi consenta di porle un'ultimissima domanda: è normale che il liquido seminale eiaculato sia parzialmente solido?
Grazie ancora
Cordiali saluti
[#5] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gent.mo utente

se si riferisce al fatto che nel liquido seminale possono essere presenti coaguli, tipo gelatina per intenderci, le rispondo che è normale.

Ancora cordialità