Utente 304XXX
Buongiorno
da circa 1 mese avverto un lieve fastidio ai testicoli, inizialmente a quello destro, ma da qualche giorno anche a quello sinistro, direi alternativamente. La sensazione è quella di indossare pantaloni stretti, tant'è vero che quando sono al lavoro, o comunque sono concentrato su altre attività, non ci faccio troppo caso. Ora, complici anche le ferie natalizie, ho deciso di rivolgermi al mio medico curante, il quale alla palpazione non ha riscontrato nulla di anomalo e mi ha prescritto un'ecografia, ipotizzando un varicocele.
Ho già prenotato l'ecografia, che dovrò fare a febbraio, ma nel frattempo vorrei chiedere se il varicocele è l'ipotesi più plausibile. Inoltre, nell'attesa di avere un quadro più chiaro, mi chiedo se sia opportuno adottare qualche misura precauzionale (in merito ad alimentazione, attività fisica, sesso, ecc.).
Ringraziando per l'attenzione porgo cordiali saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Gino Alessandro Scalese
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,
partendo dal presupposto che in effetti un esame ecografico ed una valutazione andrologica siano fondamentali peer comprendere meglio il problema, penso che non si possano dare particolari indicazioni da adottare se non quello di non utilizzare indumenti troppo aderenti. Per quel che riguarda la attività sessuale può lei stesso verificare se in corso di attività sessuale o nell'immediatezza il fastidio aumenta o rimane inalterato.
[#2] dopo  
Utente 304XXX

Iscritto dal 2013
La ringrazio per la risposta.
In effetti finora non ho riscontrato maggior fastidio durante o dopo l'attività sessuale.
Per maggior completezza d'informazione ho notato che il fastidio è quasi nullo al mattino presto, aumentando nel corso della giornata.
[#3] dopo  
Dr. Gino Alessandro Scalese
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2000
Prego!
[#4] dopo  
Utente 304XXX

Iscritto dal 2013
In attesa dell'ecografia, dopo aver letto su questo forum di un utente che presentava gli stessi sintomi, al quale era stata diagnosticata un'infiammazione all'epididimo e al quale, ad integrazione della relativa cura, era stato consigliato di evitare alcolici e caffeina, ho voluto provare ad eliminare tali sostanze.
In realtà non sono mai stato un accanito consumatore di caffè, ma in quanto all'alcol, assumevo abitualmente fino ad un paio di bicchieri di vino a pasto.
Devo inoltre ammettere di aver notato un acuirsi del fastidio proprio dopo una serata in cui non erano mancati alcolici e superalcolici.
Perciò nelle ultime 2 settimane ho eliminato completamente caffè e superalcolici, concedendomi al massimo mezzo bicchiere di vino al giorno rigorosamente durante i pasti.
Ebbene negli ultimi 10 giorni il fastidio ai testicoli è praticamente scomparso.
Potrebbe anche trattarsi di coincidenza o autosuggestione, però mi chiedo se tale effetto sia compatibile con l'ipotesi di varicocele o piuttosto con altre patologie, come ad esempio l'epididimite.
Ringraziando nuovamente per l'attenzione porgo cordiali saluti

[#5] dopo  
Dr. Gino Alessandro Scalese
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2000
Normalmente gli eccessi di bevande alcooliche o di determinati alimenti può determinare una accentuazione del fenomeno infiammatorio. In genere il varicocele non si manifesta con una sintomatologia come quella da lei descritta anche se non escludibile.
[#6] dopo  
Utente 304XXX

Iscritto dal 2013
Scusi Dott. Scalese se approfitto della sua disponibilità, ma secondo Lei quale potrebbe essere la diagnosi più probabile se dovesse basarsi unicamente su quanto ho esposto?
[#7] dopo  
Dr. Gino Alessandro Scalese
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2000
Impossibile azzardare una diagnosi senza una accurata visita. Può essere tutto o nulla. Ad oggi l'esame obiettivo in un paziente sintomatico è lo strumento più valido per giungere ad una diagnosi circostanziata.
[#8] dopo  
Utente 304XXX

Iscritto dal 2013
In data odierna mi sono sottoposto all'esame ecografico: è risultato tutto nella norma, nessun idrocele, varicocele o ernie inguinali. Il mio medico curante, visto che non presento più sintomi, non mi ha prescritto altri esami nè tantomeno cure. Secondo lui si sarebbe trattato di una tendinite.
[#9] dopo  
Dr. Gino Alessandro Scalese
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2000
Poteva anche trattarsi di un dolore riflesso e non di origine diretta dal testicolo ma purtroppo con gli elementi a disposizione non mi è possibile aggiungere altro. Approfitti per fare un ceck-up andrologico specien se non mai eseguito.
[#10] dopo  
Utente 304XXX

Iscritto dal 2013
Mi scusi dottore, in cosa consisterebbe, a grandi linee, tale ceck-up?
La ringrazio
[#11] dopo  
Dr. Gino Alessandro Scalese
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2000
Check-up = controllo ovvero una visita.