Utente 335XXX
Salve a tutti gli egregi Dottori, vorrei avere un'informazione perchè da poco mi è stato prescritto questo nuovo farmaco, per ridurre la frequenza cardiaca, dato che soffro di lievi aritmie e di una lieve disfunzione alla valvola mitralica, che però non hanno mai portato particolari effetti sulla mia quotidianetà.. Detto questo faccio uso di cannabis e ciò fino ad ora non ha mai influito negativamente, anzi, potrebbe abbinata al farmaco creare problemi? Da anni eseguo controlli periodici e non mi hanno mai prescritto nulla perchè problemi di lieve entità e xk sono seguita da numerosi medici. Ringrazio anticipatamente e lieta di una Vs. celere risposta porgo cordiali saluti.
Jessica

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
L'Ivabradina è un farmaco che può essere prescritto n(quando ce n'è l'indicazione) solo nei pazienti che soffrono di coronarie o hanno uno scompenso cardiaco...Non mi sembra questo il suo caso. Solo in rare forme di tachicardia sinusale inappropriata (questa è una vera e propria aritmia e deve essere correttamente diagnosticata) viene prescritta "off label" ossia sotto diretta responsabilità del medico prescrittore, ma non è in questi casi mutuabile perchè non è ancora prevista la prescrizione in queste forme aritmiche. Inutile dirle che assumere cannabis è la cosa più sciocca che può fare.
Saluti