Utente 190XXX
Gentili Dottori,

sono disperato! È da un mese oramai che ho dolori fortissimi alla scapola destra. Il dolore per fortuna va e viene ma quando si presenta in maniera acuta è impossibile da sopportare e mi ha costretto a rivolgermi al pronto soccorso per ben 3 volte! La prima volta la Dott.ssa dopo aver fatto i raggi mi ha prescritto voltaren+muscoril x una settimana. Dopo una settimana (con scarsi benefici) una mattina il dolore si è fatto ancora più acuto tanto da costringermi a ritornare in ospedale. Dopo avermi somministrato aqtik 400 il dolore è passato e la diagnosi del nuovo medico è stata: cervicobrachialgia destra, flectadol+urbason+dobetin x 8 gg+RMN rachide cervicale.

RMN:

Lieve scoliosi, corpi vertebrali regolari. a livello c4-c5 c5-c6 i dischi presentano lieve riduzione delllo spessore con modesti allargamenti delle limitanti somatiche e minime protrusioni epidurali senza segni di erniazione. Midollo spinale spazi liquorali e diametri dello speco vertebrale regolari.

Mi tranquillizzo e prendo le nuove medicine solo che esattamente8 gg dopo riprende il dolore alche prendp novalgina e 2 gg dopo mi sveglio di notte con dei dolori talmente forti che nemmeno la novalgina calma e ritorno in ospedale dove la terza dottoressa mi fa un infiltrazione di cortisone e mi prescrive efinex 90 mg e tachidol al dolore.

Sono passati 3 giorni e mi sento lievemente meglio anche se basta un minimo movimento x avvertire dolore e vado a dormire cn l'incubo che il dolore si ripresenti.

La mia domanda è: questi dolori da cosa derivano?? potrebbe essere un tumore o si sarebbe visto dalla risonanza? sono dolori reumatici? che cosa posso fare?? devo evere pazienza e sopportare? quali analisi o RMN tac ecc mi conaigliereste??

ps: non vivo più ...

Massimo Selva Mirizzi
[#1] dopo  
Dr. Luigi Grosso
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Prima di pensare al ...peggio, starei tranquillo e continuerei a fare visite ed esami strumentali fino alla diagnosi definitiva.
Il suo è un problema complesso e quindi bisogna procedere step by step fino ad arrivare al traguardo finale ovvero la diagnosi definitiva.
Pe ottenere questo, lei deve sottoporsi a nuovi controlli come, ad esempio, anche una visita del Chirurgo della Spalla che, nel caso, le richiederà nuovi controlli strumentali.
Insomma, si affidi ai colleghi nel loro percorso di studio della sua patologia e vedrà che, dopo aver stabilito la diagnosi finale, le consiglieranno anche una terapia definitiva per stare bene.
Auguri
[#2] dopo  
Utente 190XXX

Iscritto dal 2011
Gentile Dott. Grosso,

la ringrazio molto per la Sua disponibilità e buon cuore. Proprio stanotte ho avuto l'ennesimo attacco e solo con novalgina e due tachidol sono riuscito a superarli...ora mi accingo ad andare in provincia di Udine in un nuovo ospedale sperando di trovare medici come Lei dottore che mi facciano i controlli di cui ho bisogno.

Grazie ancora!

Massimo Selva Mirizzi