Utente 297XXX
Gentili Dottori, buongiorno,
una domanda molto veloce; sabato scorso mia moglie ha effettuato una ITI e quindi è stato fatto un esame con successiva capacitazione del mio sperma.
I risultati di detto esame hanno evidenziato tutti i parametri nella norma (numero, motilità, etc.,etc.) tranne (a detta degli specialisti e biologi che hanno effettuato le varie operazioni) una "lieve teratospermia" con forme normali = 11% e dopo capacitazione forme normali = 14%.
Ho letto un pò su internet e secondo i nuovi parametri del WHO del 2010 pare si possa parlare di teratospermia nel caso le forme normali siano <= al 4%.
E' vero? mi devo preoccupare e se si quanto con il mio 11%-14%?
io ho quasi 44 anni ed un anno e mezzo fa (maggio 2012) abbiamo gia concepito naturalmente con mia moglie (che ora ha 34 anni) solo che abbiamo perso la bambina per aborto interno per anomalie di placentazione alla 21esima settimana di gravidanza.
grazie mille
Cordiali saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

lei è bene informato comunque, se desidera avere altre informazioni su cosa si intende per teratozoospermia con gli attuali parametri OMS dell'esame del liquido seminale, si legga questi articoli

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/1391-interpretazione-spermiogramma-ovvero-perdersi-calcoli-inutili.html

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/925-spermiogramma-fertilita.html .

Un cordiale saluto.
[#2] dopo  
Utente 297XXX

Iscritto dal 2013
gentilissimo Dott. Beretta,
grazie mille per il suo prezioso intervento e per i suoi suggerimenti sugli articoli; il primo è molto comprensibile, il secondo con la tabella devo dire che nn l'ho capito molto ma...io non sono del mestiere, ci può stare.
Però, io, le ripeto la domanda, ovviamente, le chiedo un suo parere generico visto che siamo davanti ad un monitor:

devo tendenzialmente preoccuparmi e se si a che livello con il mio 11% (capacitato a 14%), oppure no?! lei, cosa ne pensa di questi numeri?! che suggerimenti può darmi (ovviamente non famaceutici perchè so che non si possono dare terapie qui sul sito)?!

Ancora grazie mille per il supporto
Cordiali saluti
[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Se ha letto attentamente gli articoli indicati avrà capito che un laboratorio che con l'11% di forme normali parla di teratozoospermia ci indica che non è una struttura aggiornata.

A lei le successive conclusioni.

Risenta ora in diretta il suo andrologo di riferimento.

Ancora cordiali saluti.
[#4] dopo  
Utente 297XXX

Iscritto dal 2013
Egregio Dottor Beretta,
grazie di nuovo per l'ulteriore chiarificazione, le volevo solo specificare che la diagnosi di lieve teratospermia è stata fatta basandosi sul metodo kruger 1986, tale metodo è ancora valido?!
Ancora grazie mille per il servizio che offrite
Cordiali salute
[#5] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Il "metodo di kruger" deve essere aggiornati con le indicazioni date nel 2010 dall'OMS.

Ancora cordiali saluti.
[#6] dopo  
Utente 297XXX

Iscritto dal 2013
Grazie mille Dottor Beretta per le sue puntuali ed esaustive risposte,

le volevo chiedere (a lei o a chi dei suoi cortesi colleghi vorrà rispondermi) un' ulteriore cosa: la teratospermia PUO' essere provocata da un varicocele?! le chiedo questo poichè ho letto che il varicocele è causa essenzialmente di azoospermia ed oligospermia.
Me lo conferma?!

grazie mille ancora
cordiali saluti
[#7] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Risposta sintetica : sì!

Se desidera poi avere informazioni più dettagliate su questo particolare ma complesso tema andrologico, le consiglio di consultare anche l’articolo da me pubblicato sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

http://www.medicitalia.it/minforma/urologia/388-varicocele-fare-problemi.html .

Un cordiale saluto.

[#8] dopo  
Utente 297XXX

Iscritto dal 2013
Dottor Beretta e colleghi buongiorno,
chiedo preventivamente scusa per la domanda e le affermazioni che sto per fare ma...non so ieri ci pensavo e...mi è venuta cosi.
E' possibile che effettivamente le inseminazioni non vengano proprio eseguite?! o almeno non tutte?! mi spiego.
Quando l'ha fatta mia moglie, io ovviamente ho raccolto il seme tramite masturbazione ed ho consegnato il barattolino al tecnico di laboratorio, poi ovviamente ho perso di vista il tutto sia il tecncico sia il barattolino con il seme, chi mi assicura che quel barattolino non sia stato gettato e/o che cmq il contenuto sostituito con qualche altro liquido (ovviamente fisiologicamente compatibile) e poi iniettato nella vagina di mia moglie?! lo so, sono enormi masturbazioni mentali di chi non riesce ad avere un figlio ma...pensandoci effettivamente potrebbe essere! esiste un controllo di processo che in effetti assicura che il percorso
raccolta seme-capacitazione-inserimento in vagina, sia EFFETTIVAMENTE praticato?! non so se mi sono spiegato egregi dottori. Mi piacerebbe sapere il Vs.pensiero e se questo processo di controllo effettivamente esiste.
Cordiali saluti
[#9] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

la fiducia e la consapevolezza di essere in una struttura seria deve essere la corretta partenza; detto questo poi in una tale struttura esistono tutti i sistemi incrociati con le diverse figure, che vi operano (biologi, ginecologi ed andrologi), che permettono di verificare e controllare tutto quello che accade.

Cordiali saluti.
[#10] dopo  
Utente 297XXX

Iscritto dal 2013
egregio dottor Beretta,
al di la della fiducia e consapevolezza di essere in una struttura seria e mi scusi di nuovo l'impudenza, ma lei mi sta dicendo che io potrei personalmente seguire tutto il percorso dal vivo, qualora io lo richiedessi?!?

cordiali saluti
[#11] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Questo, anche per un buon centro, potrebbe risultare molto complesso perché lei molto probabilmente non è addestrato a stare in modo corretto in un laboratorio di seminologia e, senza volerlo, potrebbe combinare dei guai anche seri e comunque questo allungherebbe tutti i tempi della procedura, già di per sè non semplice; pensi poi se tutto questo venisse esteso a tutte le coppie che hanno una tale problematica.

Cordiali saluti.
[#12] dopo  
Utente 297XXX

Iscritto dal 2013
Egregio Dottor Beretta, o chi dei suoi egregi colleghi vorrà rispondermi,

ho effettuato degli esami ormonali prescritti dal mio medico di famiglia (nonchè endocrinologo) ed è venuto fuori come unico valore fuori dalla norma il testosterone (200 ng/dl a fronte di valori normali che vanno da 240 a 950 ng/dl), il mio medico mi ha detto, visti anche gli altri valori normali (fsh, ts3, ts4 etc.,etc) di non preoccuparmi, può essere temporaneo e causato da un pesante stato d'ansia che da un bel pò di tempo mi accompagna. Volevo un suo/vostro parere più dettagliato in merito.

grazie mille come sempre per il prezioso supporto
Cordiali saluti
[#13] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
L'indicazione del suo medico di fiducia può anche essere condivisa.

Cordiali saluti.
[#14] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
Caro lettore,

credo che varrebbe la pena di approfondire gli esami ormonali per chiarire il motivo dei bassi valori di testosterone e per poterli correlare alla vostra condizione di infertilità.
Ricontrolli anche il suo liquido seminale per vedere se le anomalie vengano smentite o riconfermate
cari saluti
[#15] dopo  
Utente 297XXX

Iscritto dal 2013
Gentilissimi dottor Beretta e dottor Pozza,

innanzitutto grazie mille per le vs risposte; un'ulteriore chiarificazione in merito alla risposta del dottor Pozza.

Cosa intende per approfondire?! avendo fatto, credo, tutti gli esami ormonali oltre il testosterone (fsh, th3, th4, lh, etc., etc), ed essendo tutti gli altri valori nella norma, a parte ripeto il testosterone, quali altri valori a suo parere dovrei controllare?

ancora grazie mille in anticipo

Cordiali saluti
[#16] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

non so cosa intenda dire esattamente il collega Pozza forse pensa che ora a lei manchi una guida diretta, esperta e informata, come un bravo urologo od andrologo con chiare competenze in patologia della riproduzione umana, per avere le corrette indicazioni terapeutiche.

Ancora un cordiale saluto.