Utente 526XXX
Buongiorno, 10 giorni fa a seguito di una banale caduta da una scala a pioli mi sono fratturato. Al P.S. dopo RX e RM mi hanno diagnosticato quanto in oggetto ed applicato un Gesso per 30 gg.. Dopo il 7° giorno ho effettuato la 1^ visita e RX di controllo con la seguente diagnosi dell RX:"frattura composta a più linee dell'astralago in fase di consolidamento" (che significa a più linee?)- Invece il referto del medico che mi ha visitato dice: "situazione pressochè invariata rispetto al controllo precedente"
Fra 2 giorni ho un'altra visita con RX e siccome il Gesso comincia ad essermi un po largo, probabilmente mi si stà rimpicciolendo il polpaccio, chiedevo se un Tutore adatto al caso potrebbe essere meglio del gesso. Se si, chiedo gentilmente di conoscere quale tipo/marca oltre se ci sono vantaggi o svantaggi nel mettere un Tutore al posto del gesso e se me lo devo far applicare da uno specialista. Grazie

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Umberto Donati
40% attività
12% attualità
20% socialità
BOLOGNA (BO)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
A 7 gg dalla frattura di qualsiasi osso è ben difficile che si apprezzi una "fase di consolidamento": la rx ha il solo scopo di controllare che la frattura sia rimasta composta, e per questo l'ortopedico ha scritto così nel referto, riscontrando che la situazione è quasi uguale a quella di 7 giorni prima. Frattura "a più linee" significa che l'osso è attraversato da più linee di frattura, il che rende la frattura più delicata rispetto a una frattura con una sola linea che interrompe l'osso in due soli frammenti.
Il gesso è largo non perché il polpaccio sia diminuito (10 gg non bastano!) ma semplicemente perché al momento della sua applicazione piede e caviglia e in parte anche la gamba erano più gonfi di adesso per l'edema. Lo dica all'ortopedico, che valuterà se occorre sostituire il gesso con uno nuovo più aderente. A parte che non sarebbe nelle finalità del sito suggerire tutori (e addirittura marche!), la scelta di applicare un tutore invece del gesso può venire solo da chi La cura e non certo da chi ha solo letto la Sua descrizione. Personalmente sono contrario al tutore perché potrebbe non garantire l'immobilizzazione necessaria, anche perché le scuse per stare senza sono troppe (una volta per fare la doccia, una volta perché è caldo, una volta per cambiare la calza, una volta per grattarsi, una volta per uscire, ecc., ecc.) e il paziente quasi mai si rende conto dei rischi che corre. In ogni caso ne parli con l'ortopedico.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 526XXX

Iscritto dal 2007
Grazie Dottore, Lei è stato molto esaustivo.
Infatti non vedo l'ora di farmi una doccia e sicuramente con il Tutore ne avrei approfittato, magari di nascosto...

Con l'occasione le invio distinti saluti e buon lavoro