Utente 928XXX
Premetto che un anno fa circa ho avuto un ascesso nella zona perianale passata a fistola dopo aver raggiunto delle dimensioni paria quelle di una pallina da ping pong, dopo febbre alta e punture di antibiotico.
Soffro da anni di ragadi anali e in particolare negli ultimi 3 mesi il problema si è ripresentato e solo nelle ultime due-tre settimane sembra essere regredito.
Il mese scorso, al tatto ho notato come un rilievo subito sotto l'insenatura tra le natiche e pensando fosse un nuovo ascesso, seppur piccolo, con consiglio del mio medico curante ho assunto per una settimana antibiotico.
Da una settimana circa, nello stesso punto o quasi, a 3-4cm dall'inizio dell'insenatura delle natiche, accuso un dolorino, come se avessi una piccola ferita e al tatto ho come l'impressione che ci sia un leggero gonfiore.
Il dolorino scompare lavandomi.
Il mio medico curante ha detto che è una irritazione e di lavarmi almeno due volte al giorno con anonet.
Applico anche una mousse per pelli secche, efaderm.
In ogni modo, vista la posizione di cosa si può trattare?
Si può trattare di ascesso?
Il fatto è che è una settimana ormai e il problema non regredisce.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Andrea Favara
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Puo' essere una cisti pilonidale.
[#2] dopo  


dal 2016
Grazie per la celere risposta.
Comunque a una visione più attenta pare abbia proprio uno "spacco", una piccola ferita.
Oggi ho la sensazione al tatto di avere la pelle leggermente ruvida in quella zona.
[#3] dopo  
Dr. Lucio Pennetti
32% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2009
Gentile utente,poiché potrebbe trattarsi anche di intertrigine(infiammazione con lacerazione cutanea nella piega interglutea) penserei ad una visita dermatologica.
Del resto la riduzione del dolore con le sole abluzioni mi sembra improbabile per una formazione cistica(anche se tutto è' possibile)
Saluti
[#4] dopo  


dal 2016
Buongiorno e grazie per le celeri risposte.
Vi comunico che il dolore, che di per se non era estremo, è regredito.
Da un paio di giorni ho notato che dalla lacerazione perdo piccole quantità di sangue, come se si trattasse di una ragade.
In ogni modo oltre a lavarmi più volte al giorno, dato che con il lavaggio scompare del tutto il dolore e il fastidio, ho iniziato a disinfettare con del benzoxonio cloruro, faccio bene?
Inoltre, nella zona perianale ieri mi sono spuntate due bollicine simili a brufoli, abbastanza dolorose dal primo mattino il cui dolore è andato poi scemando.
Potrebbe trattarsi di una sorte di follicolite?
In ogni modo, sul gluteo sx, in prossimità della ferita ho come la sensazione che la pelle sia irritata e ruvida, e toccandola sento quasi dolore, quasi come se mi fossi leggermente ustionato.
La parte risulta ancora arrossata e il "fastidio" maggiore ce l'ho al mattino dopo il risveglio.
[#5] dopo  
Dr. Andrea Favara
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Potrebbe essere un herpes.
[#6] dopo  


dal 2016
buongiorno.
Ho continuato lavarmi più volte al giorno e a disinfettare.
La situazione è tornata quasi alla normalità, non ho più dolore e la ferita sembra essersi ricomposta.
Ho però adesso del prurito, non una cosa esagerata ma c'è.
[#7] dopo  
Dr. Lucio Pennetti
32% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2009
Mi sembra che l'ipotesi dell'intertrigine abbia avuto conferma.
Saluti
[#8] dopo  


dal 2016
Credo di sì, grazie Dottore.
In ogni modo stamattina è come se la piccola ferita si sia riaperta e la zona appare ancora arrossata.
Se persiste andrò a fare una visita dermatologica.
[#9] dopo  


dal 2016
buongiorno!
Ci sono degli aggiornamenti.
Purtroppo dopo alcuni giorni in cui il problema sembrava essersi risolto, da un paio di giorni si è ripresentata una nuova lacerazione, sempre nel solco ma più in alto.
Questa volta ho dolore anche alla compressione, se mi siedo infatti ho dolore.
La sensazione è come di una pintura di insetta, di quelle di moscerino che induriscono il punto dell'iniezione, scusatemi ma non so come meglio descriverlo.
Purtroppo ho notato la comparsa di altri punti simili a brufoli.
Potrebbe in realtà trattarsi di un ascesso interno e questi punti non sono altro che "vie di fuga"?
Ricordo che due anni fa ebbi un grande ascesso divenuto poi fistola in zona perianale.
In ogni modo entro dopodomani andrò da un dermatologo per una visita.
[#10] dopo  
Dr. Andrea Favara
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Potrebbe essere un herpes
[#11] dopo  
Dr. Lucio Pennetti
32% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2009
Basta avanzare ipotesi.Attendiamo la visita del dermatologo.
Saluti
[#12] dopo  


dal 2016
Buonasera.
Sono andato oggi.
Secondo il dermatologo è intertrigine.
A dire il vero ha nominato solo la fistola inizialmente, non ha nominato la ciste pilonidale.
Secondo lui si tratta di intertrigine perchè non è a corrispondenza dell'osso e non c'è alcun foro di "spurgo".
Mi ha prescritto una crema antimicotica da applicare 2 volte al dì.
Speriamo bene!
[#13] dopo  
Dr. Lucio Pennetti
32% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2009
Il dermatologo e' l'unico che ha visto la lesione e quindi mi sembra corretto ascoltarne il parere.
Saluti
[#14] dopo  


dal 2016
Buongiorno.
Non per essere discordante col dermatologo ma il dolore stavolta non regredisce, questa mattina ne risento abbastanza.
Se entro alcuni giorni non regredisce penso farò altre visite.
In ogni modo, ci sono esami oggettivi (ecografia?) che possano stabilire se si tratta di fistola?