Utente 738XXX
Salve, ho una disodontiasi di 3 denti del giudizio che mi hanno già detto andranno operati con un ricovero e un'anestesia totale. dalla visita che ho fatto è anche emerso che ho ancora un incisivo da latte, e che di conseguenza, l'incisivo definitivo non avendo spazio è uscito o comunque sta uscendo nel palato, mi hanno dato due possibili soluzioni, o mettere un apparecchio che piano piano riporta al suo posto l'incisivo definitivo oppure toglierlo con un'operazione, lasciando al suo destino quello da latte... un consiglio anche da voi sarebbe gradito... Io non so proprio che fare!!! GRAZIE

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Cataldo Palomba
44% attività
4% attualità
16% socialità
TARANTO (TA)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Gentile Paziente,
per quanto riguarda i denti del giudizio, le consiglio tre interventi separati o almeno due, con estrazioni dallo stesso lato, per evitare sequele che possono talvolta essere insopportabili:veda a riguardo proprio una richiesta di consulto nella mia pagina personale con conferma del paziente ad un consiglio simile non ascoltato.
Per l'incisivo,le consiglio di recuperare quello definitivo con l'intervento di scappucciamento e riposizionamento in arcata tramite terapia ortodontica:in denti da latte nel tempo tendono ad usurarsi per natura, quindi potrebbe perderlo tra qualche anno comunque, con relativo problema estetico.
[#2] dopo  
Dr. Dario Spinelli
36% attività
16% attualità
16% socialità
BARI (BA)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Concordo per entrambe le soluzioni proposte dal collega.
Tra le altre considerazioni anche il rischio (sia pure basso) di un'anestesia generale è, secondo me, fuori luogo per l'estrazione dei denti del giudizio
[#3] dopo  
Dr. Antonio Maria Miotti
28% attività
0% attualità
12% socialità
UDINE (UD)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2004
Gent.mo Sig.re,
l'indicazione all'anestesia generale per una procedura come l'estrazione chirurgica dei terzi molari è riservata a casi particolarmente complessi o per pazienti non collaboranti o particolarmente ansiosi. In assenza di queste caratteristiche, è consigliabile l'anestesia locale, con o senza sedazione.
Per quanto riguarda l'incisivo, deve essere valutata l'effettiva possibilità ortodontica di recupero, a seconda della posizione, con analisi dello spazio disponibile e necessità di eventuali estrazioni.
Cordiali saluti