Utente 338XXX
Salve, non so se questa sia la categoria giusta per la mia domanda, ma spero di sì. Questa mattina, stavo andando in bicicletta con il mio cane al guinzaglio e, ad un certo punto il cane mi ha improvvisamente "tirato in avanti" con il guinzaglio; a causa dello "strattonamento", per poco non sono caduto dalla bicicletta, la quale si è quasi cappottata, battendo con una certa violenza sulla mia gamba sinistra. All'inizio ho provato un forte senso di nausea (che comunque mi è già capitato dopo aver battuto qualche parte del corpo), ma poi, cominciando a pedalare, il senso di nausea è aumentato e ho cominciato a vedere male (vedevo tutto di colore giallognolo e a scatti); sentivo anche tremare gli arti, i denti, e gli occhi e cominciavo a "non capire più niente"; sentivo inoltre di non avere praticamente più forze e facevo fatica, oltre a pedalare, anche a tenere la schiena dritta; mentre pedalavo sentivo che mi mancava l'aria e facevo un po' di fatica a respirare (come se qualcosa mi schiacciasse la gola). Arrivato a casa, mi sono accovacciato e, un po' alla volta, la nausea e tutto il resto è passato. Questo può essere considerato un quasi-svenimento e a cosa può essere dovuto? Questa mattina non ho fatto colazione per mancanza di appetito e, comunque, di corporatura sono magro (185 cm x 58 kg). Non sono mai svenuto. Grazie in anticipo.
[#1] dopo  
Dr. Serafino Pietro Marcolongo
56% attività
12% attualità
20% socialità
SALERNO (SA)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2009
Prenota una visita specialistica
La sintomatologia descritta, la lunga pedalata...a digiuno...depone per uno stato ipoglicemico.


Prego.