Utente 351XXX
Buongiorno sono nuovo di questo sito,sono un ragazzo di 20 anni di corporatura un pò magra e caratterialmente emotivo.Il mio problema principale è la tachicardia,una tachicardia fastidiosa che mi ha portato ad eseguire vari accertamenti.Tutto cominciò 4 anni fà,per controllo esegui un ECG basale che non eseguivo da qualche anno e riscontrarono apparte un BBD(incompleto) definito dai medici non patologico, una lieve tachicardia sinusale:ritmo 98 bm,mi dissero di non preoccuparmi e di svolgere attività fisica moderata per abbassare l'ipertono adrenergico,diciamo che il primo consiglio lo ascoltai,non ci pensai più,ma il secondo non lo ascoltai,non svolsi nessun tipo di attività fisica,cercai di distrarmi con amici,ragazze ecc,ma spesso avvertivo questa tachicardia,soprattutto nelle ore post-prandiali,nel corso di questi 4 anni ho avuto delle problematiche di vita privata che mi hanno portato ad essere più emotivo di prima,e negli ultimi 4 mesi la frequenza è aumentata ancora di più,premetto che non sono ansioso,ma mi sento spossato e a volte anche nervoso per determinati problemi,tanto e vero che stanco di questa situazione mi sono rivolto a un cardiologo che mi ha fatto eseguire numerosi accertamenti:
ECG basale:freq.92 bm BBD incompleto,ECOcardio uscito nella norma,ho eseguito un test da sforzo cicloergometrico:freq iniziale 97 bm PA 130\80 -freq max 184 bm-180\90 PA ,buon recupero e assenza di aritmie in seguito al test, e come ultima indagine ho applicato un holter 24 h dovge evidenziava una frequenza media di 88 bm,ho eseguito gli esami tiroidei (tsh,ft3,ft4)usciti nella norma ,emocromo nella norma.
La mia sintomatologia principale è una fastidiosa tachicardia soprattutto i pasti principali:spesso dopo colazione avverto una frequenza cardiaca di 105,113 bm e non vi dico se mi faccio una camminata a piedi dopo colazione spesso sale anche a 130 bm,per poi ristabilizzarsi sugli 85-90 bm dopo digerito,lo stesso capita (ina maniera minore dopo pranzo e dopo cena),quindi il problema principale lo avverto dopo la colazione,il medico non mi ha prescritto nessuno betabloccante dicendo che se avevo una freq fissa superiore ai 100 allora il BETA era piu che giustificato ma nel mio caso non è cosi ,infatti a stomaco vuoto la mia frequenza oscilla sugli 80-85 bm e addirittura la sera prima di dormire ho anche 75 bm,voi che ne pensate?è normale che la mattina la frequenza sia cosi elevata?potrebbero esserci danni cardiaci in seguito a queste tachicardie?a stomaco pieno sale in questo modo la frequenza? mi scuso per le numerose domande,grazie in anticipo per la disponibilità.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Le sue frequenze non rappresentano un problema cardiaco e non saranno responsabili di altreazioni del cuore restando nei termini che descrive, ma esprimono potenzialmente che qualcosa non và altrove....In ultima analisi, se non si identifica una causa primitiva responsabile di tachicardia (ad esempio se dovesse avere una forma di anemia potrebbe essere lacause della tachicardia), l'ansia giustificherebbe le sue frequenze.
Cordialmente
[#2] dopo  
Utente 351XXX

Iscritto dal 2014
Capisco Dottore,secondo lei è normale che al mattino dopo colazione la frequenza sale?,potrebbe esserci qualche modo per abbassare la frequenza? il medico di base mi ha dato delle goccie di (tranquirt) diazepam,da assumere per 7-8 giorni ,io le ho prese per qualche giorno e apparte un intontimento e un abbassamento di pressione 100\65 e una sensazione di fiacchezza ,non mi hanno curato chissa chè,anzi sto meglio quando non le prendo,lei pensa che una dose di betabloccante potrebbe andare a risolvere tutto ciò ? grazie mille.
[#3] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Forse non mi sono spiegato bene....non deve a tutti i costi "curare" le frequenze cardiache, ma se è necessario le cause di incremento....Credo con un aiuto possa esserle dato da uno psicologo, più che dai farmaci tranquillanti...
Saluti