Utente 965XXX
Buongiorno, ho 45 anni, non ho mai fumato, non sono sovrappeso, non bevo ma sono abbastanza sedentaria. Soffro da alcuni mesi di uno strano disturbo: durante la notte se mi giro nel letto il cuore velocizza all'improvviso i battiti. E' una cosa che ho notato qualche volta anche quando mi alzo all'improvviso. Ho notato tachicardia anomala anche la notte prima che mi cominci il ciclo. Nell'ultimo anno ho fatto molti accertamenti (ecg, holter, ecocardiogramma, 2 ecg sotto sforzo, rx torace) perché sentivo delle fitte toraciche, ma non hanno evidenziato niente. Mi sono curata per lo stomaco dato che soffro di un reflusso e ho avuto un'erosione esofagea, ma devo dire che un indolenzimento e un fastidio a volte li provo ancora, soprattutto da sdraiata, accovacciata o girata sul fianco. Potete aiutarmi, non so se tornare dal cardiologo, anche se l'ultimo sotto sforzo l'ho fatto 20 giorni fa e l'unica cosa che mi ha evidenziato è stata una frequenza di partenza sui 90 battiti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Cara signora
se vuole il mio parere non è dal cardiologo che deve tornare, ma affidarsi all'aiuto che solo unopsicologo le può dare.
Cordialmente
[#2] dopo  
Utente 965XXX

Iscritto dal 2009
Io ai disturbi causati dall'ansia non credo, sono una persona molto equilibrata e controllata. Posso essere un minimo ipocondriaca ma non penso di aver bisogno di uno psicologo.
[#3] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Come crede......