Utente 350XXX
Gentili dottori,
Quando mi trovo a riposo ho circa 45 bpm di media, a letto arrivo anche ai 40 bpm. Da Fine Aprile ho intrapreso un'attività quotidiana di corsa mista a camminata veloce quindi la bradiucardia "spiccata è dovuta per quello così mi hanno detto i cardiologi. Ho effettuato un ECG nel quale risultata un QT lungo, all'inizio si pensava per l'assunzione dei psicofarmaci ma poi erano le onde U che interferivano nella misurazione, così mi ha detto il mio cardiologo. L'esame Holter delle 24 ore registra un ritmo sinusale stabile e aritmie non degne di nota, così mi ha segnalato il cardiologo che ha refertato l'holter. Ho effettauto un ECG da sforzo che non ha segnalato nessun tipo di anomalie se non una leggera pressione alta e nell'esame da sforzo sono arrivato a 152 bpm. Ieri sono andato a correre, ho cambiato modalità, faccio alternando ogni 5 minuti camminata e corsa fino ad arrivare a 50-60 minuti di camminata. Ho utilizzato per la prima volta il cardiofrequenzimetro e sono arrivato nei momenti di corsa a 169 bpm e ho notato che ad un certo punto i battiti sono schizzati a 189-193 per una frazione di pochi secondi non notando in me nessun tipo di sintomo. Nella fase di recupero, quindi della camminata quasi veloce il battito scendeva intorno ai 119-125 bpm e avvertivo un po' di senso di mancamento, fiato corto e fastidio allo stomaco, ma per pochi secondi. Al ritorno a casa ho notato che i battiti dopo circa 1-2 ore sono ritornati alla stabilità cioè sui 50 bpm ma appena mi alzavo, anche tuttora me lo fa, i battiti schizzano subito a 80 per poi scendere quando rimango fermo in piedi o cammino un po'.E' normale che i battiti facciano così, cioè da seduto ad alzato vadano da sotto i 50 fino a 80 per poii stabilizzarsi?? sono molto preoccupato anche perché stanotte non ho dormito, ho avuto insonnia, rimanevo in dormiveglia e non riuscivo a cadere nel sonno profondo. Inoltre attualemnte ho un pò di dolori retrosternali e al petto...forse ho esagerato ieri? è solo ansia? perché ne soffro e ultimamente di più per interruzione brusca di psicofarmaci doverosa!.
grazie per la Vsotra attenzione

Saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Lasci perdere i cardio frequenzimetri che fanno bene a chi li vende.
Queste macchine sono ricche di artefatti e questo è ciò che dovrebbe esserle successo
Arrivederci
[#2] dopo  
Utente 350XXX

Iscritto dal 2014
La ringrazio dottore,
Questo cardiofrequenzimetro benché si dica rispetta però la realtà, perché misurandomi il polso rispetta proprio il battito veritiero. Comunque oggi sono andato un'altra volta a correre facendo la seguente sequenza( 5 min. camminata veloce/10 min. corsa /10 min. camminata veloce/ 10 minuti corsa / 10 minuti camminata veloce/ 10 minuti corsa/5 minuti camminata.) la corsa era piana a 7-7.3 Km/h di passo, molto moderata. Ho notato che man mano che avanzavo con l'allenamento, per esempio giungendo alla terza volta di corsa i battiti tendevano ad aumentare cioè sono partito con l'avere 150 bpm di media per poi finire all'ultima parte dell'allenamento in cui correvo a 160-165 bpm. La stessa cosa quando recuperavo nel camminare, dapprima agli inizi dell'allenamento, avevo 110-115 poi alla fine anche 125-130. é normale che i bpm aumentino visto che in questo allenamento ho dei margini di recupero con la camminata?
Poi un'altra domanda, la bradicardia che mi contraddistingue, a 40 bpm a riposo da seduto è normale? sono uno che fa movimento ma non sono mica un podista professionista per farle un esempio. E' vero che adesso con il frequenzimetro posso dedurre che prima che non lo usavo magari arrivavo a frequenza un pò troppo alta. Io nel passato sono dimagrito ben due volte con diete seguite da specialista, c'é una correlazione?
Grazie ancora
saluti
[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Beh diciamo che le frequenze che lei raggiunge non fanno bene ad alcun cuore.
Per il resto non vedo davvero alcun motivo di preoccupazione
Arrivederci
[#4] dopo  
Utente 350XXX

Iscritto dal 2014
Gentile dottore la ringrazio,
Volevo chiederle un'altra cosa, innanzitutto sto mantendendo frequenze minori da quelle che ho detto nel post in precedenza e volevo parlarle di cosa è successo oggi. In pratica dopo il solito allenamento, sono rientrato a casa e ho fatto una rampa di scale per entrare e ho visto il cardio - frequenzimetro che improvvisamente accelerava con i battiti da 117 sono giunto a 159 in pochissimi secondi per poi regredire a 100-91 . nel frattempo mi sono spaventato e mi sono messo a sedere. Secondo lei può trattarsi di pressione bassa?? perchè ho sudato molto e nonostante fossero le 18.30-19.00 faceva abbastanza caldo. Ho fatto ECG da sforzo raggiungendo 152 bpm al cicloergometro tutto nella norma, Holter 24 tutto nella norma ed ECG-ECOCardiogramma da riposo tutto nella norma.

La ringrazio nuovamente

Cordiali saluti
[#5] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
È possibile che il caldo e lo sforzo le abbiano determinato un aumento di frequenza le do tuttavia un consiglio spassionato.
Butti. ai il cardiocrequenzimetro. Ha solo 28 anni....cosa farà quando ne avrà ottanta?
Cordialmente
Cecchini