Utente 765XXX
Salve, sono Alessandro, ho 22 anni e vorrei esporre il mio problema:
premettendo che non sono affatto un "esperto", ultimamente ho seri problemi nel rapporto sessuale.
Ho sempre avuto problemi a scoprire interamente il glande durante l'erezione (frenulo corto??) però non avevo difficoltà nel rapporto con la mia ragazza (avevo solo qualche fastidio ogni tanto quando magari tiravo un pò troppo la pelle giù dal glande).
Circa un mesetto fà durante un rapporto sessuale, ho sentito un forte strappo con conseguente fuoriuscita di sangue; stupidamente non sono andato a farmi visitare per pauravergogna; dopo un paio di giorni il dolore era sparito.
Da quel giorno però non riesco più ad avere un rapporto visto ce appena penetro sento un fastidiodolore quando il glande entra a contatto con la pelle del partner.
Volevo sapere da che problema posso essere afflitto e le possibili soluzioni. Non mi sono ancora rivolto a nessuno (genitori o dottori) per vergogna.

Vi ringrazio anticipatamente per il vostro aiuto.

Saluti...

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
caro lettore,

la cosa più probabile è che nel rapporto sessuale si sia verificata una lacerazione parziale del frenulo con conseguente sanguinamento e inizio, nelle ore successive, del processo naturale di guarigione, cicatrizzazione.
Il fenomeno determina una perdita della normale elasticità delle fibre elastiche del frenulo stesso che tende a determinare dolore o a ri-lacerarsi quando venga sottoposto a trazioni "decise" come nel rapporto sessuale o nella stimolazione manuale "violenta".
In genere tale "sclerosi cictriziale del frenulo" richiede un semplice intervento di completamento della incisione del frenulo che può essere effettuata ambulatoriamente
cari saluti.