Utente 699XXX
Buongiorno, qualcuno può dirmi cosa significa "malattia del connettivo non differenziata ad andamento sclerodermico"? Ho eseguito degli esami (sangue, rx torace, visita oculistica) ed il referto è stato questo...
Grazie a chi vorrà rispondermi.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
20563

Cancellato nel 2010
Vuol dire che non hano capito esattamente quale tipo di collagenopatia (= malattia autoimmune sistemica) lei puo' avere (ce ne sono tante e si assomigliano fra loro), ma in base agli esami (ANA ad alto titolo) e spero anche alla clinica (problemi cutanei, difficolta' a deglutire ecc.) sospettano una sclerodermia, o qualcosa di simile.

Nella sclerodermia "classica" spesso il vetrino degli antinuncleo mostra un pattern "nucleolare" (lei il piu' raro midbody) e una positivita' all'ENA SCl70, che a lei manca.
[#2] dopo  
Utente 699XXX

Iscritto dal 2008
Per prima cosa la ringrazio per la celere risposta... Nell'ultimo esame fatto gli ANA erano positivi anti-centromero 1:320.
Da circa 20 giorni la punta del mio alluce destro sembra come addormentata, non so come spiegarle, sembra cambiata la sensibilità della pelle... inoltre una sera tornando a casa sentivo dolore alla parte posteriore delle cosce (da metà coscia in giù fino alla parte posteriore del ginocchio), spogliandomi ho notato che la pelle era rossissima e bollente al tatto, era come una ustione da sole, ma io non prendo sole da parecchio tempo. Sono due cose che potrebbero ricondursi alla malattia?
Vorrei rubarle ancora un po' del suo tempo prezioso, se me lo consente. Dono il sangue da più di 10 anni, ora non posso più farlo? Posso prendere il sole?

Grazie.
[#3] dopo  
20563

Cancellato nel 2010
Si' possono, la ipoestesia dell'alluce (la pelle e' indurita al tatto?) e l'eritema alla coscia potrebbero essere manifestazioni cutanee collegate alla sclerodermia, la cui caratteristica classica sarebbe l'ispessimento del sottocute, ma ricordi che nelle patologie autoimmuni nessun singolo sintomo o segno, isolatamente, fornisce certezze.

Ogni centro trasfusionale ha le sue politiche, penso che potrebbero ammetterla alla donazione di emazie, ma non a quella di plasma (dopo il consueto salasso e separazione, tengono i GRC e buttano il plasma).

Sul sole non mi esprimo, sara' piu' autorevole l'opinione di un dermatologo.