Utente 339XXX
Buonasera a tutti. Facendo un pò di ricerche su internet ho trovato il vostro forum, che credo possa aiutarmi a risolvere alcuni dubbi in merito a un'operazione che ho subito al tendine flessore del pollice della mano destra. In seguito a un incidente, lo scorso marzo, il tendine si è completamente lacerato. Dopo una prima operazione per "ricucirlo", il chirurgo ha deciso di operarmi una seconda volta con una tenolisi per sbloccare il tendine cicatrizzato. Nonostante questa seconda operazione la mano non ha ripreso la sua funzione normale, il pollice si piega ma solo se stabilizzato, se cioè lo blocco alla base. Mentre se non lo si stabilizza la flessione della seconda falange del pollice diminuisce. Sono Trascorsi tre mesi dalla seconda operazione e la mobilità è limitata nonostante la fisioterapia. Pertanto, ho deciso di consultare un altro specialista chirurgo della mano, il quale suppone che il tendine flessore sia stato posizionato al di sopra del muscolo abduttore breve della mano. Tra due settimane, quindi, dovrò subire un terzo intervento, durante il quale, stando a quanto mi è stato detto, parte del muscolo abduttore sarà inciso per essere riposizionato sopra il tendine flessore sperando in un miglioramento della mobilita del pollice. Avendo già subito due interventi al tendine conosco, più o meno, i tempi di recupero. Mi chiedevo quali potrebbero essere le conseguenze. Nel caso che mi riguarda, quando cioè viene tagliato un muscolo. Qualcuno può aiutarmi? Sono un informatico e avrei bisogno di riprendere quanto prima a lavorare, quindi mi chiedevo quanto tempo potrebbe essere necessario prima che io possa utilizzare la mano, anche se l' intervento non dovesse andare a buon fine anche stavolta. Nonostante il pollice non si pieghi completamente ora posso usare tranquillamente la mano e temo che questa ultima operazione possa non servire a nulla o, peggiorare le cose. Forse la mia domanda sembrerà stupida, ma dopo l' esperienza vissuta non so davvero più cosa pensare. Vi ringrazio in anticipo.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Gentile Signore,

potrebbe anche trattarsi di un problema legato alle pulegge (canali fibrosi al cui interno scorre il tendine flessore del pollice).

Le queste sono in parte danneggiate, il livello di flessione della falange ungueale può risultare limitato.

Un'ecografia statica e dinamica con sonda ad alta frequenza potrebbe contribuire a chiarire questo aspetto.

Buona serata.