Utente 126XXX
Salve egregi dottori. Sono una ragazzo di vent'anni con un intensa attività fisica.
E' diverso tempo che ho dei problemi con il mio apparato genitale.
In primis uno dei problemi è la scarsità di liquido seminale eiaculato, che in caso di più rapporti ravvicinati diventa quasi nullo.
Strettamente collegato a questo fenomeno è la facilità di pre-eiaculazione che si manifesta SEMPRE dopo un breve periodo di erezione.
In parole spiccie...se una discreta erezione non viene poi "finalizzata", il cambio di biancheria è obbligatorio... ;-)
Senza contare poi che spesso e volentieri soffro di eiaculazione precoce, la quale so che è spesso determinata da fattori psicologici.
Quali possono i motivi dei disturbi di cui soffro?
A vostra disposizione per qualsiasi chiarimento.
Cordiali saluti.
M.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro M.,l`uretrorrea ex libidine e` un fenomeno parafisiologico che e` difficile definire.L`eiaculazione precoce,molto diffusa,particolarmente fra i giovani alle prime armi,ha dei risvolti psicologici che,pero',se non tutelati,nel tempo possono dar luogo a fenomeni flogistico-infiammatori delle ghiandole accessorie dell`apparato urogenitale (prostata e vescicole seminali) che sono preposte alla produzione del liquido seminale.Ritengo,in definitiva,che una visita presso un andrologo esperto,il nostro sito presenta delle Eccellenze,possa inquadrare in toto il problema e risolverlo in proiezione presente e...futura.Cordialita'.
[#2] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore,

non sono infrequenti i casi di giovani che presentano una intensa, esagerata attività delle strutture ghiandolari che dovrebbero produrre secreti lubrificanti utili in previsione di una penetrazione all'inizio di uno stato di eccitazione sessuale, anche visiva, uditiva....con notevole disagio prsonale ed imbarazzo nel caso la donna dovesse toccare manualmente gli organi genitali del maschio, trovandoli molto bagnati quasi fosse avvenuta una eiaculazione.
Una regolare attività sessuale dovrebbe portare ad una regolarizzazione del fenomeno anche se in alcuni casi può essere utile una terapia medica
cari saluti
[#3] dopo  
Utente 126XXX

Iscritto dal 2006
E' proprio questa la situazione che descrive, Dr.Pozza, che mi porta imbarazzo anche se spesso riesco a "monitorare" la situazione se nemmeno far accorgere la Lei.
Parla di un regolare attività sessuale per regolarizzare il fenomeno. Fortunamente (o sfortunamente per questo caso?) la mia attività sessuale non è irregolare. Alterna periodi in cui sono frequenti i rapporti e altri in cui sono meno frequenti; in linea generale diciamo che alla "regolarità" manca poco.
Per quanto riguarda invece la scarsità di liquido eiaculato? Possono essere correlate le cose? Può essere correlato con un presunto varicocele?
Cordiali saluti
[#4] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...per regolare attivita' sessuale,personalmente,ritengo si debba far riferimento ad una convivenza che,alla Sua eta' si realizza ,in genere,in un periodo di vacanza vissuto assieme alla partner ed in cui piu' facilmente il partner si trova occasionalmente ad avere rapporti sessuali.Diversamente e' facile assumere un atteggiamento nevrotico di ricerca del coito che falsa la spontaneita' dell'eccitazione sessuale.Il varicocele non entra in alcun modo nel problema esposto.Cordialita'.