Utente 343XXX
Buonasera avrei una domanda da fare in merito a delle frequenze cardiache riscontrate da me ,grazie per l'attenzione:solitamente ho una frequenza cardiaca che va dagli 80-85 bm a 100 bm,spesso dopo i pasti la mia frequenza raggiunge anche i 105-110 bm e la sera prima di dormire scende a 75 bm,premetto che codeste frequenze le riscontro in posizione seduta ,e misurandole all'impiedi gia noto un cambiamento di 7-8 bm in più....ho eseguito qualche mese fa per controllo un ecocardio ed un ECG basale e test da sforzo cicoloergometrico ,uscendo nella norma tutti e tre ,ho letto su vari siti che avere frequenze cardiache alte,tachicardiche,danneggiano il cuore a lungo andare e poiche io ho sempre avuto tali frequenze mi chiedevo se secondo voi risultano eccessive o potrebbero andare bene,considerando che spesso misurandomela la trovo più volte sui 90 bm,ho effettuato anche esami tiroidei(tsh-ft3-4) usciti nella norma,non sono anemico non fumo e non bevo,grazie molte in anticipo.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Davide Ventre
40% attività
8% attualità
16% socialità
SONCINO (CR)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Salve.
La frequenza cardiaca va dai 60 ai 100 battiti al minuto.
Lei ha già fatto un esame importante come l'ecocardiogramna che esclude la presenza di patologie cardiache importanti. Ad ogni modo una frequenza di 105-110 bpm, seppure protratta nel tempo, difficilmente porta problemi cardiaci.
Alla sua età, senza alcun fattore di rischio come lei stesso mi fa notare, e addirittura con i dosaggi degli ormoni tiroidei a posto, può stare tranquillo.
L'aumento di quei 7-8 battiti, al cambio di posizione (che immagino da sdraiato o da seduto all'inpiedi) è una normale risposta dell'organismo.
Cordiali saluti.