Utente 362XXX
Salve, premetto che ho un prolasso della valvola mitralica e un soffio al cuore che mi sono stati diagnosticati da quando avevo circa 1/2 anni, ora ne ho 18. Oggi pomeriggio alle 17.45 sono andata dal dentista per una carie e sono sicura che durante il trattamento ci sia stato sanguinamento. Ho preso 45 minuti prima 1g di amoxicillina (solo un grammo, anche se peso 57, perché non pensavo ci sarebbe stato sanguinamento). Dopo circa 20 minuti dal trattamento, pensando che sarebbe stata una cosa intelligente per abbassare il rischio di endocardite, ho preso un altro grammo di amoxicillina. Vorrei sapere: il grammo che ho preso dopo il trattamento è servito a qualcosa o ormai era inutile? Il fatto che ho preso l amoxicillina 45 minuti prima e non un ora prima è molto grave? Rischio di contrarre l endocardite batterica? Se si, entro quanti giorni si potrebbero evidenziare i sintomi? Spero mi rispondiate presto perché sono davvero preoccupata. Grazie in anticipo. Cordiali saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Ha fatto una terapia "fai da te" che va sempre evitata. Non c'era tralaltro alcun bisogno perchè in caso di prolasso mitralico non è necessaria la profilassi antibiotica. Tutto il resto sono solo sue personali considerazioni anche in questo caso non supportate da alcun razionale scientifico. Eviti in futuro di assumere farmaci senza indicazioni mediche.
Saluti cordiali