Utente 781XXX
Si legge spesso di trattamenti estetici mediante l'utilizzo di laser, luce pulsata o infrarossi e spesso sembra riferirsi allo stesso macchinario. E' proprio così o funzionano diversamente? Se volessi utilizzare una di queste metodiche per la prevenzione di rughe, quale mi consiglia? Grazie

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr.ssa Gabriella La Rovere
28% attività
0% attualità
12% socialità
PERUGIA (PG)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2007
Buongiorno. Per cercare di semplificare l'argomento posso dire che il comune denominatore è la luce. Il termine laser è in realtà un acronimo: Light Amplification of Stimulated Emission of Radiation (=amplificazione luminosa di emissione stimolata di radiazioni). Si può dire che in questa frase è racchiusa tutta l'essenza fisica del laser. Ci si trova di fronte ad un fascio di luce di una determinata lunghezza d'onda, diretta verso un punto (detto cromoforo) e che è collimata, cioè non esiste una minima distorsione lungo il suo decorso. Ogni laser ha un compito (bene o male): tutto dipende dal bersaglio (il cromoforo di cui sopra!). Ci sono perciò i laser vascolari, la cui luce si dirige verso l'emoglobina presente nel sangue; i laser per le macchie che colpiscono la melanina, i laser depilatori, anch'essi diretti verso la melanina...e qui si potrebbe aprire una finestra enorme sui vari sistemi deputati a liberarci di questi peli, ma evito di farle crescere la barba per la noia! Esistono i laser utilizzati per eliminare i tatuaggi, anche quelli colorati; i laser cosiddetti ablativi, cioè in grado di eliminare strati dell'epidermide. Questi ultimi sono quelli che vengono usati nel sistema di ringiovanimento del volto o resurfacing. Questa tecnica è stata progressivamente rimpiazzata dal rejuvination, cioè dall'uso di laser che emettono una luce nel campo dell'infrarosso. Perchè si chiederà? Perchè il resurfacing portava inevitabilmente alla comparsa di piccole crosticine e di arrossamento, cioè di una fase di guarigione lunga e delicata che la donna italiana mal accetta (a meno che non possa assentarsi dal lavoro). Il rejuvination è quello che i giornalisti hanno chiamato laser della pausa pranzo...questo per dire la rapidità di esecuzione e l'assenza di qualsiasi segno che faccia insospettire il datore di lavoro o la collega invidiosa. Il suo meccanismo d'azione è diverso dal precedente: la luce scalda il tessuto in profondità, stimolando la produzione di nuovo collagene, il che vuol dire che l'effetto è progressivo nel tempo.
La luce pulsata è invece un'insieme di luci; la presenza di filtri permette di usare determinate radiazioni luminose in base a ciò che si vuole fare (depilazione, macchie, capillari)

Spero di essere stata il più chiara possibile. Riguardo la prevenzione di rughe con il laser, forse la richiesta non è giusta. La prevenzione si fa con uno stile di vita adeguato per la salute in generale e quindi anche per la pelle, con una giusta alimentazione e cosmesi (detersione, idratazione e protezione solare).
Il laser la può aiutare per conservare nel tempo questo stato di benessere cutaneo, eliminando le piccole rughe e rinnovando il tessuto
[#2] dopo  
Utente 781XXX

Iscritto dal 2008
La ringrazio per la Sua tempestiva risposta. Mi trovo perfettamente daccordo con Lei per quanto riguarda l'importanza di un giusto stile di vita e di una corretta alimentazione. Mi interessa molto capire cosa si può fare in più per stimolare il nostro corpo e quindi la nostra pelle a rimanere elastica e tonica il più possibile. Buona giornata