Utente 358XXX
Gentili Dottori, ho 49 anni e sono in attesa di una coronarografia perché nell'ecocolordoppler (con test sforzo negativo) risultava che:
ventricolo sx discretamente dilatato con discreta depressione della funzione sistolica (FE 38,8%) per ipocinesia parietale che appare marcata a livello del setto medio-apicale e della porzione apicale; atrio sx modestamente dilatato; sezioni destre nei limiti;modesta ectasia dell'aorta ascendente; insufficienza mitralica lieve ed aortica non rilevante. Dati ECO M-2D
VS Dtd: 58 (mm) VS Dtd i: 29 mm/m2 VS Vts: 104 ml VSVts I : 52ml/m2 VS Vtd:170 ml VS Vtd I 85 ml/m2 AS Diam 44 mm As diam I : 22 mm Ao anul.: 41mm. Le domande che pongo sono:
- significato sigle sopracitate e quali sono fuori norma;
- dopo esami settimana scorsa INR al valore 1,09 (se fossimo in regime di cardiopatia dilatativa o ischemia miocardica dovrebbe essere più alto?)
- il bisoprololo al mattino interferisce con l'ACE o con il caffè al mattino?Premetto che da allora seguo terapia Triatec 2,5 (1/2 compr matt e sera) Bisoprololo 1,5 mg Cardioaspirina 100 mg Torvast 20mg e che, per anni, ho trascurato ipercolesteromia e ipertensione arteriosa. Certo in un gentile cenno di risposta rimango in attesa.



Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Caro signore
lei parla di anticoagulanti e di INR, ma dai farmaci che riporta non assume alcun anticoagulante....Per il resto le sigle che eli riporta sono i risultati di misure che riguardano aspetti tecnici dell'ECOcardiogramma e quindi di eprtinenza esclusivamente medica. Non posso per questo farle una lezione di medicina, ma posso consigliarle di affidarsi ai colleghi che la stanno seguendo. Se èstata posta diagnosi di cardiopatia dilatatativa a bassa FE è importante escludere che la causa sia una cardiopatia ischemica (visto anche i fattori di rischio menzionati e trascurati nel tempo) e quindi è opportuno eseguire una coronarografia. Non c'è interferenza tra assunzione di Triatec e bisoprololo.
Cordialmente