Utente 366XXX
Buonasera, spero di aver azzeccato la sezione, vedo parlare frequentemente di compressione del nervo ulnare qui, ma forse anche ortopedia sarebbe adatta. Se ho sbagliato segnalatemelo.

Circa 5 giorni fa ho iniziato ad accusare i sintomi dell'influenza (febbre, mal di testa...) che ho tenuto a bada inizialmente con antipiretici. Contemporaneamente, tuttavia, ho anche iniziato a sentire uno spiacevole formicolio ad anulare e mignolo della mano sinistra, che percepisco maggiormente se premo sulle due dita. Per ora il problema è di tipo solo sensoriale e non motorio. La cosa si è accentuata 2 giorni fa: mentre prima il formicolio era momentaneo, a partire da l'altro ieri è costante.

Avendo la febbre alta ho tenuto questi sintomi un po' in secondo piano e ieri, non potendo contattare il medico di base essendo domenica (e prima di un ulteriore giorno festivo), mi sono recato dalla guardia medica per il problema della febbre, e mi è stata prescritta cura antibiotica per bronchite batterica. La diagnosi pare azzeccata visto che la febbre mi è sensibilmente calata dopo poche ore dalla prima compressa presa. Ho segnalato alla guardia medica anche il problema alla mano, ma non ha espresso un parere. In realtà nella prescrizione sono presenti anche 2mg di cortisone per bocca (bentelan), di cui stupidamente non ho chiesto la motivazione (ero un po' confuso e rintontito dalla febbre alta...).

Comunque già oggi mi sento molto meglio sul fronte febbre, mentre il formicolio non è calato. Mi sono un po' informato online e su questo sito e ho sentito parlare di compressione del nervo ulnare a livello del gomito; è possibile che durante il primo giorno di febbre, essendo stato per qualche ora alla scrivania prima di passare stabilmente al letto, abbia usato il braccio sinistro per appoggiare la testa dolorante, magari causando compressione, tuttavia non posso esserne sicuro.

Quello che vorrei sapere è:
1- È possibile che il formicolio sia dovuto ad un'infiammazione del nervo, invece che ad una compressione, vista la concomitanza con la febbre, e che si risolva da solo in qualche giorno?
2- A causa di impegni lavorativi mi riesce difficile prendere un appuntamento col medico di base prima di venerdì della settimana prossima, quindi a circa 2 settimane dalla comparsa dei sintomi. Può essere rischioso aspettare così tanto? Mi conviene rinviare altri impegni e contattare subito il medico anche se ho questo problema da soli 5 giorni (di cui 2 in cui era molto lieve)?

Grazie mille e buona serata!

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Gentile Signore,

non credo ci sia alcuna correlazione con la febbre e le parestesie a mignolo e anulare.

Del resto 5 giorni sono troppo pochi: conviene attendere almeno 1-2 settimane e vedere se la situazione cambia.

Non vedo alcuna necessità di consultare il medico tempestivamente.

Buona serata.
[#2] dopo  
Utente 366XXX

Iscritto dal 2014
Egregio Dottore,
la ringrazio infinitamente per la tempestività e completezza della risposta. Se il problema persiste cercherò un appuntamento col mio medico di base poco prima delle feste.

Buona serata!
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Di nulla.
[#4] dopo  
Utente 366XXX

Iscritto dal 2014
Buonasera, aggiorno il post per eventuali interessati.
I formicolii sono lievemente calati in intensità ma sono ancora lì. Il medico di base mi ha prescritto vitamina B1 e l'elettromiografia, che ho fissato per il 29/12, a 25 giorni dall'inizio dei sintomi. Tutti quelli con cui parlo mi dicono tunnel carpale, ma a me pareva di aver capito che esso interessasse il nervo mediano e quindi tutt'altra area della mano...
Nel frattempo accuso anche dolori cervicali leggeri, aumentati in frequenza rispetto al mio solito (da 2-3 volte al mese a 1-2 volte a settimana). Francamente non so se ci possa essere un collegamento con gli altri sintomi, è anche possibile che questo aumento in frequenza sia dovuto al fatto che a causa della situazione della mano non faccio attività fisica da 3 settimane...
Ne parlerò col neurologo se sarà disponibile per un consulto in occasione dell'EMG.
Mi dispiace se oramai rischio di essere fuori sezione.
Intanto auguro buone feste a tutti!
[#5] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
La S. del Tunnel Carpale è proprio dovuta a interessamento del nervo mediano (pollice, indice, medio e metà anulare).