Utente 314XXX
Salve,
sono un ragazzo gay e sono fidanzato con una ragazza e ci vogliamo molto bene a tal punto di voler avere un figlio insieme.
Lei sa benissimo della mia situazione e non abbiamo mai avuto rapporti sessuali completi.
Cosa posso fare per risolvere questo problema? anch'io ho voglia di diventare padre ma non riesco ad avere rapporti con le ragazze. utilizzando prodotti come il viagra o cialis o altri simili potrei risolvere questo problema?
Grazie.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

penso che lei sia sulla strada sbagliata!

Non si risolve un problema così complesso e difficile con una prospettiva farmacologica!

Senta comunque ora in diretta il suo andrologo ed il suo psicologo e con loro valuti un riesame attento ed approfondito della sua attuale, complicata e forse "impossibile" situazione relazionale.

Un cordiale saluto.
[#2] dopo  
362024

Cancellato nel 2015
Gentile ragazzo,

accolgo la riflessione del dr. Berretta, complicata e forse impossibile situazione relazionale, su cui provare a riflettere con attenzione e sensibilità.

Un figlio non è un "gioco", nemmeno un " trofeo " da esibire...

Oltretutto la relazione affettiva e sessuale si intrecciano, immancabilmente, in questo processo di dar "voce" ad una nuova vita.


Aspetto fondamentale: quali meccanismi inconsci sottendono questo nostro desiderio ed eventuale comportamento?

Credo che una valutazione psicologica a questa ipotetica coppia sia debita.


Provate a rivolgervi ad un Consultorio della Vostra città, dove potrete avere la possibilità di confrontarvi sia con la figura dell'Andrologo che dello Psicologo.


Se vi fa piacere, teneteci aggiornati.


Un augurio,

di cuore
[#3] dopo  
Dr.ssa Valeria Randone
60% attività
20% attualità
20% socialità
CATANIA (CT)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2010
Gentile Utente,
mi associo alle riflessioni ricevute.

Mi sembra una scelta schizofrenogena.

Il corpo non mente mai, è un contenitore di verità assolute, lo ascolti e non metta al mondo un figlio che sarà candidato all'inferno tra due genitori che non saranno mai coppia.

Una scelta "risolta" qualunque essa sia, obbliga al coraggio ed all'introspezione, il viagra è il mezzo per effettuare un "agito sessuale"
[#4] dopo  
Utente 314XXX

Iscritto dal 2013
tutte risposte razziste e discriminatorie come al solito nei confronti degli omossessuali ed aggiungerei a questa categoria anche i disabili che siamo considerati esseri di serie b non appartenenti alla razza perfetta che solo essa ha il diritto di procreare.
io non ho bisogno di psicologi che mi dicano che mi dicano che i gay sono deviati e devono frequentarsi solo tra di loro.
In una coppia etero può non esserci solo il sesso, ma anche l'amore, ma casomai poveri figli che hanno genitori che pensano solo al sesso e non all'amore! le coppie etero non sono tutte delle isole felici: si tradiscono, trascurano i figli e non sanno neanche educarli...
Io sono gay e ho il diritto ad avere dei figli, posso essere un buon padre meglio di un padre etero!
[#5] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

anche esprimendo queste riflessioni lei mi sembra su una strada sbagliata o forse, più semplicemente, non ha compreso il nostro messaggio.

Lei ha il diritto ad avere tutti i figli che vuole ma credo che prima lei deve definire per bene le cause e le varie problematiche che la portano a non avere rapporti sessuali con la sua ragazza dopo averci dichiarato di essere un omosessuale.

La questione particolare, cioè quella di avere rapporti sessuali, per altro non è secondaria se una persona vuole avere un figlio senza ricorrere a tecniche di riproduzione assistita e non si risolve semplicemente "utilizzando prodotti come il viagra o cialis o altri simili", date le premesse complesse e specifiche da lei fatte.

Risenta ora il suo medico di fiducia, il suo andrologo ed eventualmente anche il suo psicologo di riferimento, se presenti.

Un cordiale saluto.
[#6] dopo  
Dr.ssa Valeria Randone
60% attività
20% attualità
20% socialità
CATANIA (CT)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2010
Probabilmente c'è stata una incomprensione notevole.

Molti genitori possono essere omosessuali, senza nessun problema, ed essere bravi genitori.

Così come possono esserci genitori etero e non adeguati.


Diventare padre con l'ausilio del farmaco è una strategia malsana che la porta ad andare contro quello che il corpo le sta dicendo.