Utente 191XXX
Salve.
Sono una ragazza di 28 anni e ho scoperto di soffrire di ipotiroidismo subclinico. È da una settimana circa che ho delle fitte alla schiena, al cuore o meglio alla parta destra del seno sino sotto l 'ascella ed il collo. Ho inoltre problemi di digestione e mal di testa.. purtroppo x la visita dall endocrinologo devo aspettare la lista d'attesa e nel frattempo sono preoccupata e spaventata. Potrei avere disfunzioni cardiache o dipende dalla tiroide ? Sono a rischio infarto? Il mio cuore è sotto sforzo? Ps. Ho dimenticato di specificare che sono anche una fumatrice.
Lacringrazio in anticipo.
Martina.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Gentilissima Martina,
lei riferisce un ipotiroidismo subclinico, cioè clinicamente asintomatico, che io prendo come tale non avendo alcun dato diagnostico a cui fare riferimento.
Intanto, data la giovane età, è il momento giusto per smettere di fumare, vizio che danneggia tutto l'organismo.
Ciò premesso e con i limiti di un consulto a distanza, l'ipotiroidismo conclamato crea danni al cuore e ai vasi proncipalmente per via metabolica (ipercolesterolemia, aumento ponderale...) ma a differenza dell'ipertiroidismo non ha una azione stimolante sul cuore, detto in soldoni.
A maggior ragione mi sentirei di tranquillizzarla a motivo del suo ipotiroidismo SUBCLINICO.
Ho l'impressione che lei sia entrata in uno stato di ansia, che le fa amplificare tutti i suoi disturbi.
Il dolore che riferisce alla "parte destra del seno" fino all'ascella e al collo, potrebbero più verosimilmente essere legati a una nevralgia intercostale e ad una postura sbagliata del collo.
Verosimilmente significa che è l'ipotesi più probabile, ma che non è una diagnosi perchè io non l'ho visitata.
Per quanto riguarda il rischio di infarto, legato al suo "lieve" ipotiroidismo, non si discosta significativamente dalla media del rischio alla sua giovane età.
L'eventuale integrazione con Tiroxina, che le prescriverà l'endocrinologo se lo riterrà opportuno, porterà il suo metabolismo a uno stato eutiroideo.
Spero di esserle stato utile.
Resto a disposizione.
Con simpatia.