Utente 356XXX
buonasera,
circa 5 mesi fa mia mamma si è fatta controllare perchè dopo alcuni sforzi aveva il fiatone, dagli esami è risultato riempimento vsx con aumentato contributo atriale, flusso transvalvolare aortico normale, non evidenza di shunt interatriale, IT lieve PAPs stimata 58+5
in seguito a delle analisi del sangue si è trovato un livello di D-dimero pari a 1, una po2 di 57, saturazione o2 92,4 e una carbossiemoglobina di 1,8

è stata eseguita anche una tac elicoidale multifascia con e senza contrasto, che ha rilevato piccoli difetti di riempimento nastriformi eccentrici non occludenti compatibili con alterazione trombo embolica cronica sono riconoscibili bilateralmente con localizzazione in particolare alle diramazioni segmentarie e subsegmentarie, e esiti fibrosclerotici basali a destra, cuore nei limiti(nei limiti alti a dx) ma circolo in compenso.

qualche giorno fa ha fatto una visita dallo pneumologo che ha rilevato una saturazione di o2 che è aumentata a 96 e che ha ordinato una nuova tac e altri esami.

oltretutto mia mamma dice di stare meglio, e fa le scale più volte al giorno, oltretutto ha notato che i battiti cardiaci sono passato dagli 80-90 che aveva prima a 60-70 al minuto (misurati con la macchina per la pressione)

nel referto inizialmente era scritto tromboembolia polmonare cronica, ma secondo il nostro dottore è stato scritto così perchè mia mamma aveva detto di soffrire da tempo di questi disturbi, e che secondo lui non soffre di embolia polmonare cronica vera e propria perchè ci vuole tempo per questa diagnosi, e che secondo lui questi trombi si scioglieranno,
vorrei sapere se data l'evoluzione degli esami sta procedendo tutto bene
grazie mille

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Suppongo che sua madre sia stata messa sotto terpaia anticoagulante orale....
Detto questo se sua madre non avesse recentemente portato apparecchi gessati, non avesse avuto periodi di immobilizzazione a letto andrebbe approfonditi gli esami già patti con alcuni di tipo genetico.
Arrivederci
[#2] dopo  
Utente 356XXX

Iscritto dal 2014
buonasera, si attualmente prende il coumadin, per quanto riguarda gessi o periodi a letto non ce ne stono stati, a parte un'operazione al ginocchio diversi anni fa per il quale non gli è stato prescritto niente
[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Quindi non essendoci fattori scatenati occorre escludere la presenza di trombosi venosa profonde ed eventualemente test genetici per una possibile trombofilia
Arrivederci