Utente 710XXX
Buongiorno, qualche mese fa mi sono stati diagnosticati dei condilomi sul frenulo; Li ho trattati con del Wartec e a distanza di tempo alcuni di questi, che con il trattamneto erano spariti , sono tornati, mentre altri non hanno avuto nessun recesso con il trattamneto topico.
All'insorgere di qualche altro papilloma e dopo un ulteriore visita di controllo mi è stato consigliato di "bruciarli".
Ora ho un appuntamento per il prossimo martedi per eseguire l'intervento e vorrei fare qualche domanda riguardo: è doloroso? Lascia segni permanenti? Quali sono le possibilita di recidiva di questi papillomi? Le bruciature che si formano in quanto tempo guariscono? Dopo quanto tempo potro tornare ad avere dei rapporti sessuali normali?
Grazie e attendo una risposta

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
caro lettore,

non sempre la podossifillina riesce ad eliminare i condilomi e , quindi, ci si trova constretti alla loro eliminazione con DiaTermoCoagulazione, Laser o Crioterapia, tutte metodiche efficaci che non lasciano segni evidenti e che consentono di ritornare sul "campo di battaglia" dopo 15-20 giorni
cari saluti


[#2] dopo  
Utente 710XXX

Iscritto dal 2008
Grazie per la risposta la terrò al corrente!
[#3] dopo  
Utente 710XXX

Iscritto dal 2008
Leggendo diversi post da parte di altri utenti sembra che la recidiva di questi condilomi è abbastanza frequente, pare che molte persone non riescano a liberarsene se non dopo diversi interventi!
Quali sono le possibilita di recidiva di questi condilomi?
Sono davvero in panico e da troppo tempo non riesco ad avere una vita sessuale serena, sono single ho voglia di trovare una compagna, ma non riesco ad approciare delle ragazze avendo ìn mente questo problema.
[#4] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore,

il timore delle recidive non deve impedire di procedere alla eliminazione dei condilomi.
tranquillo ! potrebbero non recidivare mai più
cari saluti
[#5] dopo  
Utente 710XXX

Iscritto dal 2008
Grazie per l'ulteriore risposta, e mi scuso per avere insistito, ma la paranoia è davvero tanta.
Da quello che si legge sui condilomi e dalla sua risposta sembra che la recidivita sia scontata, mi dovrò quindi rassegnare dovere bruciare i condilomi almeno un paio di volte!!??
Le faro sapere come è andato l'intervento grazie a presto.
[#6] dopo  
Utente 710XXX

Iscritto dal 2008
Gentile dottore,
Questa mattina mi sono recato presso l'abulatorio per eseguire la Crioterapia o comunque per eliminare i condilomi. Non conoscevo il medico che mi ha visitato questa mattina e non ero mai stato visitato da lui che ha deciso di non bruciare i condilomi inquanto in zone troppo delicate (uno sul frenulo, altri sul prepuzio e altri sul tronco del pene 6 totali di cui alcuni piccolissimi) ma di provare un'altro trattamento con Aldara.
Io avevo trattato in precedenza alcuni di questi papillomi con Wartec senza ottenere successo, il medico mi ha prescritto questa pomata è piu aggressiva e piu efficace.
Mi ha inoltre prescritto delle applicazioni con negatol per eliminare un'infezione superficiale ma presente in altre parti del pene.
In generale il medico che mi ha visitato oggi mi ha dato una buona impressione. Durante la visita si è lasciato scappare un commento sull'operato del suo collega presso cui sono in cura dicendomi che fatica a prescrivere aldare inquanto troppo aggressiva.
Mi da un parere su questa diagnosi?
Grazie per la pazienza.
[#7] dopo  
Utente 710XXX

Iscritto dal 2008
Gentile dottor Pozza,
ho effettuato la prima settimana di trattamento con aldara, la sera spalmavo aldara sui condilomi e il mattino Negatol su tutta la superfice del prepuzio (il medico mi ha prescritto quest'altro prodotto per la zona circostante i condilomi superficialmente infetta)
Dopo la prima settimana di trattamnto la situazione dei condilomi è migliorata moltissimo: alcuni sono quasi spariti mentre altri si sono ridotti moltissimo.
Il problema deriva da uno spellamente del glande e del prepuzio, la pelle in questa zono è diventata molto secca e si spela con molta facilità. La zona dal frenulo è arrossata e dolorante.
A mio avviso questa situazione irritativa potrebbe essere dovuta a negatol, perche i dolori e le screpolature sono iniziate quando ho utilizzato questo prodotto per la prima volta(Un giorno di ritardo su Aldara perche in farmacia non lo avevano).
Questo martedi dovrei riprendere con le applicazioni di aldara e le mie domnande sono:
Applico Aldara anche se le zone dove devo applicarlo sono evidentemente irritate e/o screpolate?
Continuo ad utilizzare Negatol il giorno successivo all'applicazione di Aldara?
Come mi comporto dove i condilomi sono spariti? In alcune parti non saprei piu dove mettere Aldara, perche i condilomi non ci sono piu.
Aspetto una sua risposta.
Grazie per la pazienza
[#8] dopo  
Utente 710XXX

Iscritto dal 2008
Buongiorno,
nonostante non abbia ricevuto risposta ai miei precedenti consulti aggiorno sulla mia situazione e chiedo cortesemente un aiuto.
Ho effettuato come si puo leggere nei post precedenti un trattamento con aldara (Negatol ho dovuto sospenderlo dopo 2 applicazioni per irritazione eccessiva) che dopo due settimane sembrava avere dato frutti positivi, ho però dovuto seospendere la cura su consiglio del medico inquanto la parte era eccessivamente irritata e si erano formate delle piccole ferite.
Sospesa quindi la cura con aldara pe una settimana l'irritazione è sparita, ma i condilomi che sembravano spariti sono tornati a farsi vedere.
Il medico col quale sono in cura mi consiglia una applicazione di aldara una volta la settimana ( Questo tramite telefono, senza una visita specifica , mi ha visitato 1000 volte), Ma il condiloma una volta applicata aldara sembra addirittuara ingrossarsi contrariamente al primo trattamento quando dopo la prima applicazione si vedeva gia un risultato.
Potrebbero i miei condilomi essere diventati resistenti all'aldara?
Secondo voi conviene fare questo ulteriore tentativo della durata di 1 mese oppure rivolgermi a qualcuno che me li bruci e mi risolva definitivamente il problema?
I Medici che mi hanno visitato sconsigliano la bruciatura per la posizione (Frenulo) dei condilomi sostenendo ce le cicatrici che potrebbero scaturirne possano creare ulteriori problemi, ma quali?
Spero in una vostra risposta, anche soltanto come supporto psicologico; mi trascino questo problema da 6 mesi e inizio a essere abbastanza ossessionato.
Grazie.
[#9] dopo  
Utente 710XXX

Iscritto dal 2008
Buongiorno,
Torno a scrivere e chiedere consiglio o semplicemnete supporto psicologico.
Ho terminato da circa due settimane il trattamento con Aldara, i risultati a parere del dermatologo che mi ha in cura sono soddisfacenti. Per quanto rigurada il mio parere non so quanto ritenermi soddisfatto: sono visibili i segni dei condilomi trattati con aldara, secondo il medico sono delle cicatrici, ma una di queste in particolare è aunmentata di volume e continua a preoccuparmi. Se questa è una cicatrice come mai cresce? e soprattuto fatico ad accettarla come segno irreversibile.
Il dermatologo mi ha fissato un ulteriore appuntamento per il 28 novebre quando stabiliremo se il problema virale è risolto.
Ma se il condiloma è ancora presente non sarebbe meglio iniziare subito a trattarlo o bruciarlo, insomma evitare che possa infettere altre parti del pene? Inoltre se si ingrandisce e si ritiene necessario l'intervento chirurgico, potrebbe lasciare una cicattrice piu estesa?
Insomma se questa è uuna cicatrice cosa posso fare per renderla meno vistosa?
Se invece non fosse una cicatrice ma il solito condiloma non sarebbe meglio interveniure in modo tempestivo?
Tutto questo ha scombussolato notevolmente la mia vita sessuale non riesco ad avere rapporti ne ad approciare persone che potrebbero interessarmi.
Spero questa volta di ricevere una risposta sono davvero essessionato da questo problema, ho bisogno di risolverlo o capire con cosa devo iniziare a convivere: con una "semplice" cicatrice o con una verruca che può infettare mie eventuali partner?
Vi ringrazio già da ora per la vs. pazienza nel leggere quanto ho scritto e spero davvero di ricevere una risposta.