Utente 372XXX
a seguito di "battiti" irregolari (sentivo il cuore in gola), ho effettuato alcuni controlli da cui è risultato:
- prolasso mitralico isolato con minima insufficienza valvolare
- forame ovale pervio (medio)

Attualmente stò assumento 1 cardioaspirina al giorno.

Mi chiedevo, dato che dover prendere un farmaco tutti i giorni per il resto della vita mi spaventa, se effettivamente conviene andare avanti con la cardioaspirina o sarebbe meglio seguire altre terapie (o nessuna terapia).

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Lei, a giudicare dalla risposta che ha postato va operato di chiusura del forame ovale.
L aspiri inetta può ridurre ma non adeguatamente il rischio di embolie cerebrali devastanti
Sicuramente le avranno proposto di chiudere il forame ovale
Arrivederci