Utente 680XXX
Gent.mi Dottori,
A seguito della comparsa di dolore persistente alla parte lombare sinistra della schiena, ho effettuato un RM della colonna lombare che ha evidenziato quanto segue:

"Modesti esiti osteocondrosici al segmento dorsale Inferiore. I metameri sono allineati ed il canale
spinale ha normale ampiezza.
Discopatia L5-S1 con riduzione dello spessore del segnale discale e note di edema sub-condrale
osteocondrosico a carico dei piatti vertebrali affrontati. È presente inoltre un'ernia discale contenuta mediana/paramediana sinistra che deforma, senza amputarla, la tasca radicolare di S1 sinistra. Note degeneratìvo-ipertrofiche a carico delle apofisi articolari.
Non altre significative alterazioni osteo-discali e irregolare il contenuto del sacco durale."

Il mio medico ha detto che se il dolore persiste potrebbe essere utile una visita neurochirurgia.
Un mio collega mi ha detto che se l'ernia è contenuta un fisiatra potrebbe riuscire a farla rientrare. È possibile?
Faccio bene a praticare ginnastica posturale e pilates?
RingraziandoVi fin d'ora per il tempo che vorrete dedicare al mio quesito, Vi porgo i più distinti saluti.
[#1] dopo  
Dr. Evangelos Panagiotakos
20% attività
0% attualità
0% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 20
Iscritto dal 2015
Il suo dolore potrebbe essere correlato al disco intervertebrale L5-S1 danneggiato, anche se serve una visita per formulare una diagnosi. Se si escludono altre patologie della colonna vertebrale (infettive, di instabilità) che indichino trattamenti antibiotici o chirurgici, esiste la possibilità di eseguire in casi selezionati una procedura minimamente invasiva che può portare a guarigione. Si tratta della cosiddetta “nucleoplastica discale”, con varie tecniche.
Non mi risulta che la protrusione possa “rientrare” con la fisioterapia.
Se il suo dolore persiste per più di tre settimane malgrado le comuni cure mediche, viene consigliata una valutazione da un medico specialista per evitare la cronicizzazione del dolore, una condizione in cui il dolore persiste oltre o in maniera sproporzionata rispetto alla patologia di base.

Cordiali saluti,
[#2] dopo  
Utente 680XXX

Iscritto dal 2008
Grazie mille per la risposta Dottore.
Per quanto riguarda la pratica della ginnastica posturale e del pilates, lei ritiene vi siano controindicazioni?

Cordialmente
[#3] dopo  
Dr. Evangelos Panagiotakos
20% attività
0% attualità
0% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 20
Iscritto dal 2015
Non sono controindicati se non vi è sospetto di "instabilità" della colonna. L'instabilità è quella condizione in cui una vertebra rispetto all'altra si disalinea in modo anormale e pericoloso.