Utente 154XXX
Salve,
Vi scrivo dopo mesi che leggo e cerco di approfondire il mio problema....
Il 10 Novembre 2014, sono stata ricoverata in ospedale per una pancreatite acuta (amilasi:575 e lipasi:2608)
(11.11.2014) l'ecografia riscontra che: il fegato é regallare di dimensioni e margini, l'ecostruttura del perenchina epatico é omogenea e non si osservano immagini a lesioni focalisolide e liquide fatta eccezione di un piccolo angiona di 10 mm nel segmento 4. Non sono presenti dilatazioni delle vie biliari intraepatiche.normale per decorso e calibro la vena porta e la via biliare principale.
La Colecisti é normodistesa con pareti regolari e di normale spessore ed è alitiasica: il pancreas sembra presentare tra testa e coda un'area ipoecogena di circa 20 mm di verosimile natura infiammatoria; il wirsung é dilatato.
La milza é nella norma per ecostruttura ed è di normali dimensioni. I reni sono regolari per la posizione, dimensione, ecostruttura e non presentano dilatazione delle vie escretrici. Non sono presenti immagini riferibili a formazioni litiasiche.
Sono stata ricoverata in ospedale per 10gg in totale digiuno con prelievi ed ecografie costanti.
(15.11.2014 )All'ecografia segue la TAC, il cui esito è: il pancreas appare aumentato di volume nel tratto testa e corpo ghiandolare. A tale livello è presente un'area disomogenea ipodensa di circa 2 cm di diametr, verosimilmente di natura flogistico - necrotica
Il dotto wirsung appare actasico nel tratto corpo-coda
Presenza di alcune piccole linfoadenopatie, inferiori al centrimetro in regione peripancreatica inferiore
Discreto versamento addominale in regione peripancreatica, nello spazio epatorenale, lateroconale dx e nella pelvi
Dopo qualche giorno vengo dimessa perché i valori sono scesi con lipasi :207 e amilasi:125. Con una prescrizione per delle pastigliette (pancreas) da prendere prima dei pasti principali.
Sono dovuta partire per 3 mesi all'estero e sono rientrata a marzo, ho effettuato le analisi e i valori erano saliti nuovamente: lipasi:583 e amilasi:193, a questo punto mi fanno un'ecografia di controllo veloce e scoprono che quella parte ipoecogena é sempre li, per il resto tutto normale.
Lunedi finalmente farò la RM, che tutti attendono prima di azzardare qualsiasi diagnosi. ..
Vi scrivo principalmente per avere un altro giudixio in merito, il fatto che questa parte ipoecogena ( che non si Sto arrivando! cosa sia é sempre li, mi fa un po preoccupare!!! Se fosse qualcosa di grave? Attendo un vostro riscontro e vi ringrazio in anticipo.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Donato De Giorgi
24% attività
4% attualità
12% socialità
COPERTINO (LE)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2008
Gent.mo utente,
Il quadro prospettato è quello di una verosimile pancreatite cronica ricorrente (cioè con ripetute riacutizzazioni). È necessario chiarire alcuni punti controversi: la natura di quella lesione (che potrebbe essere una pseudocisti), la situazione attuale della ghiandola pancreatica e soprattutto la causa della pancreatite stessa. Per quanto riguarda il primo e il secondo aspetto é necessario effettivamente attendere la RMN ed eventualmente eseguire una Ecoendoscopia (esame di "secondo livello", ma particolarmente utile in questi casi). Per quanto riguarda il terzo punto è particolarmente importante affidarsi allo specialista, perché capire la causa della pancreatite (peraltro non sempre possibile) rappresenta la premessa e la possibilitá di un trattamento e una valutazione dell'andamento clinico di una malattia, che non può essere mai sottovalutata.
A sua disposizione per ogni eventuale ulteriore chiarimento, ci faccia conoscere l'evoluzione della situazione.
Cordiali saluti
Dr. Donato DE GIORGI