Utente 377XXX
Salve,
ho 45 anni, le scrivo perchè da circa un mese ho un dolore pungente sotto il tallone, non sapendo di cosa si trattava e facendo un lavoro abbastanza pesante mi sono recato dal mio medico di base che mi ha consigliato di effettuare una lastra, il risultato della lastra diceva che si trattava di spina calcaneare, il dottore vedendo il referto mi ha consigliato di andare in un negozio di sanitari a comprare un talloniere in silicone, ma usandolo siccome ho problemi di ernie alla schiena non ho concluso niente anzi la situazione è peggiorata avvertendo dolori alla schiena e contemporaneamente al tallone senza alcun sollievo quindi lo dovuto assolutamente togliere.
Volevo specificarle un particolare, in quel periodo in cui è iniziato il mio dolore al piede stavo effettuando una cura per una forte bronchite, e prendevo il rocefin come antibiotico e il deltacortene come antinfiammatorio, e il bentelen a punture e nonostante tutti questi farmaci composti per l'appunto anche di antinfiammatori il mio dolore al piede non si è attenuato per niente.
Alcune volte avverto delle fitte di colpo molto forti.
Quindi le mie domande sono: Oltre all'intervento chirurgico ci sarebbero altre soluzioni??
Lei cosa mi consiglia??

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TARANTO (TA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Gentile Signore,

l'intervento è l'ultima ratio.

Può farsi fare una o due infiltrazioni locali di cortisone (se ben fatte, quasi sempre risolvono il problema), oppure tentare con terapie fisiche, come ad esempio le onde d'urto.

Buon pomeriggio.
[#2] dopo  
Utente 377XXX

Iscritto dal 2015
Dottore è stato davvero molto rapido nel rispondermi ed anche molto gentile.
Volevo chiederle dove potrei rivolgermi per effettuare le infiltrazioni, e quali rischi si possono correre se non effettuate correttamente.
Visto che io soffro di transaminasi alti al fegato potrei correre dei rischi?
Un ultima cosa io ho un piccolo macchinario che manda onde magnetiche per molti fattori tipo cervicale,artrosi ecc... mi potrebbe essere utile?
attendo sue risposte
Buona serata
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TARANTO (TA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Nessun rischio.

Può rivolgersi a un qualsiasi ortopedico della sua zona: si tratta di una terapia molto semplice da effettuare.

Non credo che il suo apparecchio possa portarle benefici.
[#4] dopo  
Utente 377XXX

Iscritto dal 2015
GRAZIE DOTTORE E STATO MOLTO GENTILE LE VOLEVO CHIEDERE NON AVENDO NOI ESENZIONE MI POTREBBE DIRE PIU O MENO QUANTO COSTA LA TERAPIA ASPETTO SUE NOTIZIE RINGRAZIANDOLA DAVVERO TANTO
[#5] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TARANTO (TA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Il costo dipende dal professionista.

Non posso entrare nel merito.
[#6] dopo  
Utente 377XXX

Iscritto dal 2015
LA RINGRAZIO TANTO DOTTORE COMUNQUE LE VOLEVO DIRE CHE SONO DELLA CALABRIA LE CHIEDO SE NON SONO TROPPO INVADENTE SE LA DOVESSE EFFETUARE LEI LA TERAPIA LA CIFRA SU QUANTO SI AGGIREREBBE PERCHE DA COME PARLA LEI SEMBREREBBE CHE IL PROFESSIONISTA CONTA NEL SENZO DI BRAVURA QUINDI NON SI TRATTA DI QUALSIASI ORTOPEDICOASPETTO UNA SUA RISPOSTA DISTINTI SALUTI
[#7] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TARANTO (TA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Non possiamo trattare questi argomenti in questa sede.

Mi dispiace.
[#8] dopo  
Utente 377XXX

Iscritto dal 2015
MI SCUSI DOTTORE SE HO INSISTITO TROPPO E STATO MOLTO GENTILE E PAZIENTE LA RINGRAZIO INFINITAMENTE BUONA SERATA E STATO UN VERO PIACERE POTERLA CONOSCERE ANCHE SE VIRTUALMENTE
[#9] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TARANTO (TA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Di nulla.