Utente 761XXX
Salve, sono un ragazzo di 22 anni; circa 3 mesi fa mi sono operato per un problema di curvatura del pene verso il basso. La curvatura era di circa 45 gradi. Se non ricordo male la tecnica utilizzata dovrebbe essere quella di Nesbit ma non ne sono sicuro.
Il problema, ora, è che il pene è tornato (a distanza di un mese e mezzo dall'intervento, durante le prime erezioni non lo era!!) curvo quasi alla stessa maniera precedente e in più ho perso 5 cm circa di lunghezza. Il chirurgo dice che tutto sommato la curvatura si è ridotta, ma a me non sembra proprio. Sostanzialmente l'operazione non ha risolto nulla, semmai ha introdotto un "problema" che prima non avevo, quello della lunghezza.

A questo punto vorrei chiedere
1) che cosa si può fare per la curvatura? E' possibile che alcuni punti siano caduti? Conviene operarsi di nuovo?
2) se esiste una maniera di risolvere il problema della lunghezza; avevo un pene di 16-17 cm circa, ora me ne ritrovo uno di 11: lo so che le dimensioni non contano ma 5 cm di riduzioni mi sembrano troppi. Il chirurgo mi ha detto che i punti che ha applicato al massimo possono averlo accorciato di 1 cm! Ma gli altri cm dove sono finiti allora? E' possibile che si siano formate cicatrici interne che hanno provocato questo problema?

Vorrei segnalarvi che dopo l'intervento son dovuto rimanere in ospedale per una settimana perché ho avuto un edema notevole che mi impediva anche di alzarmi in piedi. Già questo non mi è sembrato normale dal momento che la degenza doveva essere di 2-3 giorni.
Grazie per il vostro lavoro

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro lettore ,
certo un "accorciamento" di 5 centimetri mi sembra "esagerato". Comunque quadri clinici post-chirurgici particolari come il suo non possono essere affrontati e tanto meno capiti e risolti tramite una semplice e-mail e richiedono sempre una attenta valutazione clinica diretta .
Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com
[#2] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
Caro lettore,

un intervento di corporoplastica determina, necessariamente, un accorciamento dell'asta ma consentendone una sua rettilineizzazione.
Non so se lei ha le fotografie del suo pene in erezione prima dell'intervento chirurgico e quelle dopo l'operazione-
Con questi dati si potrebbe valutare il caso.
se vuole, veda alcuni casi su www.andrologia.lazio.it
cari saluti
[#3] dopo  
Utente 761XXX

Iscritto dal 2008
Vi ringrazio per le risposte.
Dr. Pozza, ho fatto le foto sia prima che dopo l'intervento; se vuole posso inviargliele.

Grazie,
saluti.