Utente 378XXX
Buonasera .Lo scorso 14 marzo giocando a calcio mi sono lussato il mignolo ( lussazione ifp 5 dito mano sx). Giunto immediatamente al pronto soccorso, ho eseguito una radiografia che ha escluso un eventuale frattura.Dunque il medico mi ha raddrizzato il dito e me l ha steccato indicandomi di tenere la stecca per 3 settimane. Una volta passate queste, riandai dall ortopedico e il dito si mostrava visibilmente gonfio ed ero incapace di ogni movimento. ( non riuscivo a piegare il dito) Mi è stato dunque detto di fare da subito riabilitazione. Iniziata questa da circa 14 giorni la situazione è migliorata per quanto riguarda la motilità.. riesco a piegare il dito e fare il pugno se il dito e' "riscaldato" ..al mattino invece ho una certa rigidità e dolore o se comunque non lo muovo per una ventina di minuti riesco a piegarlo solo aiutandomi con l altra mano.. Inoltre quando lo muovo sento un forte scricchiolio.. Il dito inoltre dopo circa 40 giorni risulta essere molto gonfio.. è normale tutto ciò?! Possibile che per una lussazione i tempi siano così lunghi? Il dottore inoltre mi ha detto che in questi infortuni molto spesso c'è una lacerazione della capsula articolare che può complicare le cose.. e devo dare tempo alla cartilagine di rigenerarsi..

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TARANTO (TA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Gentile Signore,

questi traumi di norma richiedono tempi lunghi.

Continui con la riabilitazione (almeno 3 volte al giorno).

Va poi valutata, da parte dello specialista, una possibile lassità articolare residua, effettuando manovre di stress articolare.

Buona giornata.
[#2] dopo  
Utente 378XXX

Iscritto dal 2015
La ringrazio per la risposta dottore.
Comunque proseguirò sicuramente la riabilitazione. Inoltre in settimana ho la visita dal fisiatra, è sua competenza individuare,qualora fosse presente, la lassità articolare?
Inoltre le chiedo se è positivo, anche se a distanza sono consapevole che sia difficile valutare,il fatto che dopo 5/10 minuti di esercizio riesca a flettere il dito facendo il pugno.
L' eventuale utilizzo di ghiaccio( lo faccio spesso come indicatomi) potrebbe servire per ridurre il gonfiore? La ringrazio anticipatamente
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TARANTO (TA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Il ghiaccio può essere utile.

E' normale avere rigidità all'inizio di ogni esercizio.

La valutazione del risultato va fatta alla fine dell'esercizio.
[#4] dopo  
Utente 378XXX

Iscritto dal 2015
Gentile Dr.Leccese la ringrazio per le sue valutazioni. Sto continuando le sedute di riabilitazione cercando di svolgere esercizi il piu possibile anche a casa. Il dito è leggermente sgonfiato ( grazie agli antinfiammatori ) ma la rigidità rimane, soprattutto al mattino e questo crea in me un po' di sconforto. In linea puramente teorica, è possibile prevedere per quanto tempo avrò ancora questi "fastidi" ? Vorrei riprendere a giocare a calcio ( anche se la paura di rifarmi male è alta ) e anche la palestra che ho interrotto nel corso di questi 40 gg
[#5] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TARANTO (TA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
I tempi sono abbastanza lunghi: deve avere molta pazienza e costanza.
[#6] dopo  
Utente 378XXX

Iscritto dal 2015
Gentile Dottore ritorno a scrivere. Pochi giorni fa ho effettuato un'altra visita dall ortopedico il quale mi ha diagnosticato la "piena" guarigione del dito.In effetti la situazione è migliorata riguardo il movimento(avverto meno rigidità al mattino) però c'è da dire che il dito è rimasto molto gonfio in seguito al trauma..( come se avesse la "pancia") Il dottore inoltre, in riferimento a ciò mi ha detto che purtoppo in questi casi non si può far nulla perché il gonfiore è segno del trauma che ho subito e lo dovrò tenere cosi a vita.. Come se non bastasse il dito è rimasto storto (leggermente piegato in avanti )anche al livello dell IFD e a parer suo, ( Mi ha parlato di dito "a martello") ho subito una lieve lesione del tendine che però è migliorata tramite gli esercizi di riabilitazione. Ora le chiedo : davvero non si può far nulla per quanto riguarda l'aspetto estetico? Cosa mi consiglia di fare ? La ringrazio anticipatamente..sono un po' amareggiato..
[#7] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TARANTO (TA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Purtroppo il trauma c'è stato e non sempre si riesce ad ottenere una restitutio ad integrum....

Il gonfiore potrebbe ridursi un tantino nei prossimi 2-3 mesi, ma non di molto.