Utente 764XXX
Buona sera,
sono un ragazzo di 26 anni. Nel mese di maggio mi è stata diagnosticata una fistola sacrococcigea. Il chirurgo che mi deve operare mi disse che avrebbe usato il metodo della seconda intenzione, e mi sconsigliava di operarmi in estate. L'operazione era prevista per ottobre, ma per motivi di lavoro, sarò costretto a rimandare almeno fino a dicembre.
Vorrei sapere:
1- quali sono, più o meno, i tempi di degenza per la guarigione completa?
2- quali sono i rischi che eventualmente corro rimandando l'operazione?
3- considerando che sento sempre un po' di fastidio e vedo che c'è sempre un po' di pus, cosa posso fare nel frattempo?

Grazie. Giacomo.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Francesco Nardacchione
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2006
Gentile signore
l'intervento viene eseguito in genere in regime di day hospital mentre per la guarigione i tempi dipendono dalle dimensioni della losanga di tessuto asportata ma consideri non meno di un mese.
I rischi sono quelli di una nuova infezione, che probabilmente lei già ha ("...sento sempre un po' di fastidio e vedo che c'è sempre un po' di pus"), che può controllare solo operandosi.

Cordiali saluti
[#2] dopo  
Dr. Stefano Enrico
24% attività
4% attualità
12% socialità
ORBASSANO (TO)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
In aggiunta, posso solo dirle che nei primi giorni è ben e stare a riposo, ma molto rapidamente la ferita diventa solo un "fastidio" che richiede un'accurata "manutenzione", ovvero medicazioni , ma non incide più di tanto sulle occupazioni quotidiane. saluti,