Utente 764XXX
Buona sera,
sono un ragazzo di 26 anni. Nel mese di maggio mi è stata diagnosticata una fistola sacrococcigea. Il chirurgo che mi deve operare mi disse che avrebbe usato il metodo della seconda intenzione, e mi sconsigliava di operarmi in estate. L'operazione era prevista per ottobre, ma per motivi di lavoro, sarò costretto a rimandare almeno fino a dicembre.
Vorrei sapere:
1- quali sono, più o meno, i tempi di degenza per la guarigione completa?
2- quali sono i rischi che eventualmente corro rimandando l'operazione?
3- considerando che sento sempre un po' di fastidio e vedo che c'è sempre un po' di pus, cosa posso fare nel frattempo?

Grazie. Giacomo.
[#1] dopo  
Dr. Francesco Nardacchione
32% attività
8% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2006
Gentile signore
l'intervento viene eseguito in genere in regime di day hospital mentre per la guarigione i tempi dipendono dalle dimensioni della losanga di tessuto asportata ma consideri non meno di un mese.
I rischi sono quelli di una nuova infezione, che probabilmente lei già ha ("...sento sempre un po' di fastidio e vedo che c'è sempre un po' di pus"), che può controllare solo operandosi.

Cordiali saluti
[#2] dopo  
Dr. Stefano Enrico
24% attività
12% attualità
12% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2005
In aggiunta, posso solo dirle che nei primi giorni è ben e stare a riposo, ma molto rapidamente la ferita diventa solo un "fastidio" che richiede un'accurata "manutenzione", ovvero medicazioni , ma non incide più di tanto sulle occupazioni quotidiane. saluti,