Utente 330XXX
Buonasera a tutti, mi chiamo Alessandro ed ho 18 anni.
Il 2 aprile 2014 mi sono sottoposto ad un intervento di varicocele sx di secondo grado sotto consiglio del mio medico curante, il quale, dopo aver esaminato ecodopler scrotale e spermiogramma, notò in primo luogo un cattivo flusso di sangue e successivamente una bassa densità di spermatozoi (3 milioni) all'interno del liquido seminale.
Già dai primi mesi dopo l'operazione notavo come, dopo aver esaminato scroto, testicoli e vene corrispondenti per verificare che fosse tutto in ordine, il varicocele, almeno al tatto, sembrava non essere sparito. Risultavano infatti presenti i classici "vermetti" e vene più estese, oltre al leggero dolore/fastidio unito al senso di pesantezza (fino ad allora minimo).
Il medico curante mi visitò e mi disse di stare sereno, il varicocele infatti (dopo aver verificato lui stesso) era sparito (nonostante avesse toccato solamente le vene che uniscono il testicolo alla parte inferiore del pube, e non la parte INFERIORE del testicolo).
Passai serenamente altri mesi, ma è da circa 30 giorni che noto fastidi sempre più frequenti, un senso di pesantezza sempre più fastidioso e dolori non troppo intensi nella zona inferiore del testicolo sinistro e, talvolta, anche quello destro. Il quesito che vi pongo è il seguente : a distanza di più di un anno dal mio intervento, può trattarsi di recidiva? Inoltre, se è presente una situazione di recidiva di varicocele, è normale che a volte non ci siano problemi mentre a volte sia addirittura dolorosa la situazione? Ho la sensazione di pesantezza e varicocele sempre più spesso, ma va a momenti (a volte le vene risultano "rilassate" e tutto sembra nella norma, ma bastano pochi minuti per gonfiarsi e risultatare come varicocele). Sono abbastanza preoccupato in quanto a volte noto lo stesso problema (seppur in maniera più blanda) anche al testicolo destro!
Ne ho già parlato con i miei genitori e abbiamo prenotato una visita da uno specialista. Nel frattempo, potreste tranquillizzarmi e cercare di chiarirmi le idee? Tra recidive, dolori e pesantezze, dolori a sinistra e talvolta a destra mi ritrovo con davvero tanti dubbi e non poche preoccupazioni.
In caso di recidiva, inoltre, come si procede? Un altro intervento chirurgico, con taglio nella zona pubica come il precedente intervento?
Spero che possiate aiutarmi, vi ringrazio per la cortese attenzione e auguro un buon lavoro e una buona settimana a tutti voi di medicitalia.it

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,solo un ecocolordoppler scrotale può escludere una recidiva di un varicocele.La dolenzia,ancorché saltuaria,può essere legata ai riflessi cicatriziali.
Il dato,a mio avviso, più interessante era ed é la severa oligospermia che si manifestava nello esame seminale pre intervento e che andrebbe aggiornato periodicamente.Cordialità.