Utente 246XXX
E' iniziato tutto mercoledì quando ho avuto un attacco di tachicardia (sono seguito sin da quando sono piccolo per questo), poi il resto della giornata è trascorso tranquillamente, la mattina dopo in corriera ho iniziato a sentire sudori freddi al braccio sinistro e subito ho pensato al peggio, mi sono precipitato al pronto soccorso e l'ansia nell'attesa è aumentata e con essa i sintomi, non ricordo precisamente quando ma hanno iniziato a presentarsi anche piccole fitte e senso di oppressione al petto e un senso di pesantezza della gamba sinistra, a volte anche irrigidimento nella zona cervicale e respiro corto. Chiaramente questi sintomi furono amplificati dall'ansia e dopo i controlli (prelievo venoso e arterioso, e lastre al petto (suppongo al cuore)) che erano ok mi sono calmato fino a sera, ora però tutti i giorno ho avuto di queste piccole fitte al petto con conseguente ansia e appesantimento della gamba sinistra e sudori freddi anche al braccio sinistro. La mia domanda è se dopo i controlli fatti all'ospedale posso stare tranquillo riguardo a qualcosa di grave come l'infarto (nelle prossime settimane tornerò comunque dal cardiologo che mi segue per la tachicardia) e se questi sintomi possano semplicemente essere causa dell'ansia che mi sta divorando, grazie mille in anticipo.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Certo che può stare tranquillo....per l'ansia deve rivolgersi a uno psichiatra che saprà aiutarla più di quanto possiamo fare noi cardiologi.
Cordialità