Utente 381XXX
Salve,

in data 23 marzo ho avuto un incidente motociclistico che ha comportato la conizzazione di 3 vertebre D12, L1 ed L2, e la frattura composta di L1. Indosso il bustino camp c35 è dovro tenerlo fino a metà giugno in cuiavrò la seconda visita del neurochirurgo.

I primi 15 giorni dopo l'incidente immobile a letto senza muovermi (poichè così mi era stato prescritto in ospedale) e senza avermi dato nessun fluidificante per il sangue, ho contratto una flebite al polpaccio sinistro, vena gemellare esterna. Mi è stata prescritta gambaletto elastico per 3 mesi e seleparina per un mese.

Nel frattempo la fisiatra mi ha prescritto 11 sedute di fisioterapia per le gambe, iniziate lunedì 12 maggio presso la clinica ospedaliera di Castellanza. In queste tre sedute da 30 minuti il fisioterapista mi ha fatto fare stretching alle gambe, ed un importante stretching ai polpacci, tenendoli in "tensione" per almeno un minuto a polpaccio x 3 volte a gamba. Il resto della mezzora viene riempito con esercizi molto simili allo step (fatto lentamente su un disco elastico).

Oggi dopo la seduta ho il polpaccio sinistro (quello con la flebite) piuttosto dolorante.

Chiedo quindi se gli esercizi di stretching così descriti sono adattati ad una flebite come la mia.

grazie, TizianoP

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
L arto affetto da flebite non deve essere sottoposto,a,stretching ed è indispensabile che lei prosegua l eparina a basso peso molecolare o la,calciparina a dose congrua per il suo peso fino a quando non avrà ripreso a camminare normalmente
Arrivederci