Utente 212XXX
Salve sono un ragazzo di 32 anni e da circa 2 mesi soffro di un dolore non acuto ma continuo nella parte finale della schiena all'altezzo del bacino posteriore,il dolore non è forte e lo provo appena sveglio(avvolte centrale altre su entrambi i lati) e dopo che sto seduto o sdraiato al momento di alzarmi,dopo pochi movimenti mi passa e non lo avveo più.mi capita anche insieme a questo dolore di provare una sensazione di leggero irrigidimento dei muscoli posteriori delle cosce,che comunque facendo movimento passa.premetto anche che 7 anni fa mi è stata riscontra un'ernia discale tra l'ultima vertebra lombare e la prima sacrale.cercando su internet ho letto che i miei sintomi combaciano con la spondilite anchilosante,vorrei sapere se è possibile o se potrebbe essere collegato alla mia ernia anche se il dolore è completamente diverso e con la lombalgia il dolore aumenta in movimento invece a me è peggiore a riposo..ed eventualmente a chi rivolgermi e cosa fare per escludere la spondilite
[#1] dopo  
Dr. Umberto Donati
40% attività
12% attualità
20% socialità
BOLOGNA (BO)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Se bastasse cercare i sintomi su internet per fare la diagnosi sarebbe più facile anche per noi medici ma purtroppo non è così, tanto più per chi non ha la necessaria preparazione e non possiede i filtri necessari per distinguere le informazioni corrette da tutte le altre, e poi di scegliere fra quelle corrette quelle che sono compatibili con il singolo caso. Se continua a cercare su internet forse troverà tra le diagnosi anche qualche tumore, la tubercolosi, e un'altra decina di patologie. Se ha male da due mesi, la sola cosa da fare era rivolgersi al medico curante, che dopo averLa interrogata, ascoltata e visitata avrebbe deciso se e quali accertamenti fare e se inviarLa a una visita specialistica. Se non lo ha fatto, lo faccia adesso. È molto probabile che i dolori attuali siano in rapporto con la patologia discale L5-S1, e accertarlo consentirà di prendere i necessari provvedimenti per ridurre il dolore e renderne più brevi e più sporadici gli episodi di insorgenza.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 212XXX

Iscritto dal 2011
Ovviamente non volevo usare Internet come strumento di diagnosi. Comunque mi sono già rivolto il mio medio curante che mi ha prescritto una rx rachide lbo-sacrale morfodinamico.ritiene da ortopedico che possa essere la strada giusta?
[#3] dopo  
Dr. Umberto Donati
40% attività
12% attualità
20% socialità
BOLOGNA (BO)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Visti i precedenti direi di sì, ma è ovvio che io non l'ho visitata, al contrario del Suo medico. Una volta fatte le rx gliele porti perché completi la visita e decida il da farsi : potrebbe farsi carico lui stesso di diagnosi e terapia oppure inviarLa a visita specialistica.
Cordiali saluti
[#4] dopo  
Utente 212XXX

Iscritto dal 2011
Salve dottore ho fatto rx rachide lombosacrale morfodinamico:
Accenno a retrolistesi di l5 su s1 visibile in posizione neutra.ridotto in ampiezza lo spazio intersatico tra l5-s1. Niente lesioni focali ossee e conservata volumetria somatic vertebrale


Com'è la situazione,cosa mi consiglia di fare?grazie
[#5] dopo  
Dr. Umberto Donati
40% attività
12% attualità
20% socialità
BOLOGNA (BO)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Il referto da solo non sembra aggiungere nuovi elementi, ma, lo ripeto ancora una volta, non l'ho visitata e non ho visto le rx. Cosa Le consiglio di fare? L'ho scritto tre settimane fa : "Una volta fatte le rx gliele porti perché completi la visita e decida il da farsi : potrebbe farsi carico lui stesso di diagnosi e terapia oppure inviarLa a visita specialistica"
Non è attuabile condurla lungo un percorso clinico-diagnostico a distanza senza averla visitata, mentre il Suo medico, avendola visitata, ha la possibilità di decidere la diagnosi o di farla visitare da uno specialista e quindi di scegliere quale: ortopedico, medico fisiatra, o reumatologo: quest'ultimo è il più indicato per escludere /confermare una patologia tipo la spondilite anchilosante (le scrivo questo perché ho visto che non avevo risposto alla Sua ultima domanda nel primo consulto).
Cordiali saluti