Utente 352XXX
Salve gentili dottori, sono un ragazzo di 24 anni, non in sovrappeso e pratico attività sportiva con regolarità. Nello specifico pratico, calcetto e corsa, almeno 4 o 5 volte la settimana. Da un mese e mezzo, dopo un periodo particolarmente intenso di attività fisica, ho iniziato ad accusare un dolore, non particolarmente forte ma comunque fastidioso, nella zona alta della coscia destra, la zona dell’anca, appena sotto l’inguine. Non riesco a capire se il fastidio possa essere di natura ossea, o muscolo-tendinea. Il dolore in questione non è sempre presente, lo è di più la sera rispetto al mattino e varia spesso d'intensità, inoltre lo accuso soltanto con determinati movimenti della gamba. In particolare, ho notato che, stando seduto o allungato per un certo tempo e, andandomi poi ad alzare, avverto subito il dolore, che poi diminuisce con il movimento. Durante l'attività fisica il dolore sparisce, per poi ripresentarsi, con più intensità, dopo qualche ora dall'aver terminato l'attività. Ho provato il riposo completo dall'attività sportiva per 10/15 giorni e, la situazione, era notevolmente migliorata, anche se non risolta del tutto. Ricominciando l'attività sportiva, il dolore, si è quasi subito ripresentato, comunque con meno intensità. Secondo il mio medico di base, il dolore, potrebbe essere dovuto a problemi alla colonna vertebrale, che mi portano ad avere un'errata postura. Potrebbe trattarsi davvero di questo? O di una pubalgia? O magari altro ancora. Spero in una vostra risposta, vi ringrazio anticipatamente, cordialità.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Verduci
24% attività
4% attualità
12% socialità
CARRARA (MS)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2015
Salve,
sulla base di quanto da Lei riferito pare verosimile che la sintomatologia scaturisca da una tendinopatia inserzionale, come ad esempio la pubalgia.
Una corretta diagnosi, però, non può prescindere da un esame obiettivo effettuato di persona da uno specialista, quindi visto il persistere di questo problema alla ripresa dell'attività fisica, le suggerisco caldamente una visita ortopedica.

Saluti
[#2] dopo  
Utente 352XXX

Iscritto dal 2014
La ringrazio per la cortese risposta Dr. Verduci. Sarà sicuramente mia premura, sottopormi al più presto ad una visita specialistica.

Cordiali saluti