Utente 721XXX
Buongiorno dottore,

sono Elisabetta, ho 37 anni. Da 5-6 mesi stiamo tentando, con mio marito, di avere un bimbo che, evidentemente, non è ancora arrivato.
Io sto facendo varie analisi col ginecologo (pap test, ecografia TV, sto facendo in questo periodo dosaggi ormonali, ho fatto una isterosalpingoecografia). Il medico ha chiesto uno spermiogramma di mio marito: ho ritirato ieri i risultati e, devo dire il colpo è stato tremendo..Glieli riporto:
Mio marito ha 36 anni.
Volume: 2,6
Giorni astinenza: 5
Colore: normale
Odore: normale
Viscosità: aumentata
Coagulo: presente
Liquefazione: completa entro 20'
PH: 8,1
N. spermatozoi totali: 0,78 milioni
N. spermatozoi/ml: 0,30 milioni
Leucociti/ml : < 1.000.000
Cellule rotonde/ml: < 1.000.000
Cellule epiteliali: nella norma
Agglutinati: assenti
Trichomonas: assente
Motilita 60 minuti:
Mot. totale: 18%
Progr. rettilinea A: 0%
Progressiva lenta B: 2%
Debole o in situ C: 16%
Motilità A+B 60 minuti: 2%

Motilita 120 minuti:
Mot. totale: 15%
Progr. rettilinea A: 0%
Progressiva lenta B: 1%
Debole o in situ C: 14%

Morfologia secondo W.H.O
Forme normali: 6%
Forme Abnormi: 94%
Anomalie testa: 58%
Anomalie tratto intermedio: 6%
Anomalie coda: 30%
Total Motility Count (t.m.c): 0.16 milioni

Coclusioni:
CRIPTOZOOSPERMIA
MARCATA ASTENOZOOSPERMIA
MARCATA TERATOZOOSPERMIA

Insomma, putroppo sono inferiori al milione, poco motili e malformati..
Come vede la situazione, cosa consiglia?
Le segnale che mio marito ha qlc problema di circolazione: nel senso ha qlc vena varicosa alle gambe e gli hanno consigliato uno stripping della safena alle gambe. Inoltre mi ha detto che, da piccolo, gli avevano diagnosticato un'ernia al testicolo, rientrata da sola..

Grazie mille

Elisabetta








Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Antonio Giambersio
28% attività
4% attualità
12% socialità
POTENZA (PZ)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2006
Gentile Signora,
il consiglio è quello di eseguire una visita andrologica per
individuare le eventuali cause resposabili delle alterazioni
del liquido seminale .
Solo in questo modo si potrà decidere quali eventuali terapie
possono essere utili per suo marito per migliorare il quadro seminologico.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 721XXX

Iscritto dal 2008
Gentile dott. Giambersio,

la ringrazio molto per la sua risposta.
Mi rendo conto che, senza ulteriori analisi, sia alquanto difficoltoso esprimersi..
Le chiedo solo un'ulteriore cosa: secondo la sua esperienza, con dei valori com quelli riportati, è pensabile riuscirsi a curare e quindi ipotizzabile il concepimento per via naturale (tenendo conto che io ho 37 anni appena compiuti..) oppure quasi certamente dovremmo ricorrere a tecniche di procreazione assitita?

La ringrazio e la saluto cordialmente.

Elisabetta
[#3] dopo  
Dr. Antonio Giambersio
28% attività
4% attualità
12% socialità
POTENZA (PZ)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2006
Gentile Signora,
tutto dipende dalla diagnosi, dalle ragioni, cioè, che
determinano le alterazioni del liquido seminale.
Bisogna inoltre segnalare che normalmente un solo esame seminologico non è sufficiente per avere un quadro preciso della situazione e bisogna effettuarne almeno due.
Il fatto che suo marito soffra di vene varicose fa ritenere
probabile la presenza di un varicocele. L'età della donna,
purtroppo , è un fattore limitante per la fertilità di una coppia
anche con tecniche di procreazione assistita.
Da quanto sopra ben comprende come sia difficile darLe una
risposta: una sola cosa le dico ed è di non perdersi d'animo
di cercare, così come sta facendo, senza perdere tempo, di affrontare la situazione con la giusta e necessaria energia.
Cordiali saluti
[#4] dopo  
Utente 721XXX

Iscritto dal 2008
Gentile dottore,

la ringrazio molto. Difatti, dopo il primo momento di scoramento quando ho letto l'esito dello spermiogramma, abbiamo entrambi reagito. Ho subito chiamato il mio ginecologo che è però assente, ma già domani (dovendo andare in studio per il prelievo x dosaggio ormonale)consegnerò l'esito e, con ogni probabilità, mi chiamerà inizio sett. prossima e parleremo della cosa. Dopodichè immagino fisseremo appuntamento con un collega andrologo.
La ringrazio molto perchè, mi creda, avere un simile esito dell'analisi e non saper più nulla per una settimana è molto difficile, lei mi ha un pò rincuorata e, cosa più importante, mi ha fatto capire che non tutto è perduto (come temevo).

Grazie e la terrò informata.

Molti cordiali saluti,

Elisabetta