Utente 382XXX
Gentili Dottori,
Vi chiedo un consulto per trovare una soluzione ad un problema che si protrae da tempo e per cui sto male. Sono un ragazzo di 30 anni e ho, come tutti, bisogni sessuali ed affettivi, ma purtroppo non riesco a soddisfarli. Non riesco a trovare una partner sessuale né amore né nulla. Gli unici rapporti che ho avuto sono con prostitute. Ho provato ad uscire da questa situazione con le mie forze, con l'aiuto di amici e con una terapia psicologica. Tuttavia la mia situazione rimane identica se non peggiorata ed è troppo frustrante per me condurre una vita in questo modo, pur essendo soddisfatto in altri ambiti.
Non posso continuare così né soddisfare (almeno) il bisogno sessuale sperperando tutto ciò di cui dispongo (non molto) con le prostitute. Vorrei quindi agire a livello della libidine: pensavo alla castrazione chimica.
Cosa devo fare? A chi devo rivolgermi?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,l'ipotesi di una castrazione chimica non é percorribile in quanto,aldilà degli effetti collaterali,generali e genitali,non risolverebbe il problema che,come già le avranno detto,risente di una forte componente psicologica.Cordialità.
[#2] dopo  
Dr.ssa Valeria Randone
60% attività
20% attualità
20% socialità
CATANIA (CT)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2010
Gentile Utente,
Aggiungo qualche riflessione a quelle del dr. Izzo.


Il piacere è sentinella di vita!

Immaginare di "castrarlo" equivale a negare una parte importante di se.

Posso chiederle che terapia ha fatto?
Per quanto tempo?

Le difficoltà relazioni necessitano di tempo, pazienza ed un lavoro ben fatto e profondo sui meccanismi che hanno fatto nascere e soprattutto mantenuto nel tempo immodoficata questa condizione.

Che tipo di famiglia ha avuto?
È stato amato abbastanza?
Se si, come?
Spesso i disagi come i suoi partono da terre lontane: le terre dell'infanzia.
[#3] dopo  
Utente 382XXX

Iscritto dal 2015
Grazie per le risposte!

Gentile Dr. Pierluigi Izzo, insisto a voler cercare una soluzione medica e non psicologica. Ormai, per via di ripetute esperienze negative, ho superato un punto di non ritorno e nessuna terapia psicologica puö aiutarmi. Ritengo che con una castrazione chimica possa vivere serenamente godendo degli altri aspetti della vita.


Gentile Dr. Valeria Randone:
Sono tutt´ ora in terapia da Gennaio. Mi sono rivolto allo psicologo proprio per questi motivi che mi hanno causato una grave depressione. Il punto e´ che non ha nemmeno senso continuarla: per forza di cosa la soluzione al mio problema dovrä passare da tentativi di soddisfare questo mio bisogno affettivo/sessuale; tentativi che, ormai, non riesco proprio fare. Insomma questo terrore che ho e´ nato ora, recentissimamente, e nonostante la terapia.

Insisto per la soluzione medica...
Grazie!