Utente 386XXX
Gentili medici, sono una donna di anni 43. 15 gg. fa mi reco al p.s. per dolore alla spalla sx irradiato al braccio sx e torace. rx torace negativa, troponina 0,12 altri enzimi normali, ecg nella norma così pure eco color doppler cardiaco. prosegue nei 2 gg successivi il monitoraggio della troponina che rimane sempre tra valori compresi tra 0,11 e 0,14 (range di riferimento 0,0 e 0,06). Mi fanno capire che nell'ospedale dove sono non possono fare ulteriori approfondimenti, pertanto firmo la cartella clinica ed esco dall'ospedale. Mi reco da un cardiologo di fiducia, nuovo ecg + test ergometrico da sforzo + eco color doppler. Tutto negativo ma a 10 gg. dal ricovero la troponina è sempre alterata è pari infatti a 0,15. Specifico che ho un lieve prolasso della valvola mitrale con lieve insufficienza e rigurgito, e soprattutto familiarità per malattie cardiovascolari (madre a 49 anni infarto miocardico, pur non essendo ipertesa e non avendo altri fattori di rischio tranne appunto la familiarità). Aggiungo per completezza che dagli esami eseguiti durante il ricovero è risultata una lieve anemia, già rientrata con terapia a base di ferro. Cosa devo fare ancora? Il mio cardiologo ritiene che non ci sia da preoccuparsi. Io mi chiedo se non sia il caso di approfondire. Ma ovviamente non so come. Vi ringrazio per il consiglio che vorrete gentilmente darmi.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Salve,
l'innalzamento della troponina è minimale e non è suffragato dallo sforzo che risulta negativo.
Molti fattori possono aumentare la troponina, che è un esame assai sensibile, ai livelli trascurabili che Ella riferisce.

Le faccio notare che tutti hanno omesso di prescriverle l'esame più ovvio: un Holter ECG/24 ore.
Ne parli con il Curante.

Per quanto attiene alla familiarità per morte cardiaca precoce, da parte materna, è bene che il suo ECG sia effettuato e verificato da un aritmologo onde escludere turbe della conduzione che sfuggono ad occhi meno allenati.

Infine nel suo caso, lei mi dice di essere portatrice di insufficienza mitralica ma non specifica altro, il gold standard è la RM cardiaca con MDC intesa a valutare sia il parenchima cardiaco, escudendo per esempio una D/ARVD, l'apparato valvolare e la perfusione, sia basale che sotto sforzo.

Se queste indagini supplementari risultassero negative, ci sarebbero ampi margini per essere tranquilla e dimenticare la troponina.

Mi tenga informato, se lo desidera.

Cordialità.



[#2] dopo  
Utente 386XXX

Iscritto dal 2015
Grazie mille dottore.
La terrò sicuramente informata.