Utente 387XXX
Buongiorno, mi chiamo Enrico, 57 anni 180h 79kg. Oggi ho ritirato l'esito dell'Holter prescritto da un cardiologo al quale mi sono rivolto perchè ho avvertito episodi di extrasistoli emersi anche in ECG. tot.batt.79645
min.44, max 103bpm
episodi st min.0, -0,4, -0,6
max 1,1, 1,3 1,1
st 0
tot battiti VE 1369 (1,7%)
coppie patologiche 36 eventi
pvc singoli/interp 1068/1
r su t 0
ve sing.tardivi 0
bi/trigeminismo 4/204
ectopia sopraventricolare
tot battiti sve 6
coppie atriali 0
mancante-tardivo 0/1
n-n più lungo 1,4 sec alle 4.28
pac singoli 3
bi/trigeminismo 0
tutto il rimanente è 0

non sono particolarmente emotivo, ma ci sono stati forti stres lavorativi. prendo lobivon 1/2 al mattino
devo preoccpuarmi?

grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Gentile Signore,
quelli che lei riporta sono i dati elaborati dal sofware dell'holter.
Gli stessi vanno verificati de visu dal cardiologo che poi elabora il referto, perchè è lui solo che può valutare "de visu appunto" se il sofware ha preso un abbaglio, se si tratta di artefatti, se vi è conferma effettiva dei dati riportati.

Su ca 80.000 battiti i dati più salienti sono:
-una Extrasistolia ventricolare (pari all'1,7% dei battiti totali).
-nessun fenomeno R/T
-6 EXSP
Tutto il rimanemte è 0.......
Non vengono segnalate alterazioni del tratto ST suggestive di ischemia.

Per una diagnosi corretta bisognerebbe che io leggessi il tracciato, che non pare destare particolari problemi, o che lei riportasse le conclusioni del refertante.

Per le EXV il Lobivon, se non è iperteso, non le serve: meglio un betabloccante "puro" come il bisoprololo o un beta litico "antiaritmico" come il sotalolo.
Ma deve deciderlo il suo cardiologo sul campo non noi per via telematica.

Niente caffè e ovviamente fumo bandito! Diversamente il rischio è alto e non solo in ambito cardiovascolare (parlo del fumo).

Se non l'ha fatto, concordi con il curante anche un ecocolordoppler cardiaco, e una prova da sforzo.

Mi tenga informato se vuole.
Cordiali saluti.





[#2] dopo  
Utente 387XXX

Iscritto dal 2015
Grazie dott. Caldarola per la risposta.

Per il tracciato non saprei in questo caso come poterlo inviare.
Sullo stesso, il refertante (non il mio cardiologo) ha selezionato 5 episodi dove riporta 3 fenomeni bradi. (49, 46, 44bpm), 1 di pvc 49bpm, infine fc max 103bpm. Il cardiologo che era operativo questa mattina, mi ha visto in forma "amichevole" e non mi ha dato notizie negative, ribadendo di continuare con la mezza pastiglia di Lobivon (anch'io leggevo in rete che un betabloccante sarebbe più indicato per le extras.). Il numero ridotto di extrasistole che avverto dalla visita ad oggi (7gg), credo sia dovuto più ad un fattore "ferie" che al farmaco. Quel farmaco lo aveva prescritto perchè il giorno della visita avevo una pressione "da visita medica".
Il refertante concludeva: Costante ritmo sinus. c/tendenza a bradi sinus. nelle ore notturne, Conduzione AV nella norma, BEV monomorfi, frequenti (max323/ora)nelle ore diurne, rari (<4/ora) nelle ore nottunre. Alcune 36 coppie ventricolari, Sporadici (6) BESV atriali anche in coppia (1). Non aritmie ipocinetiche.
Le mie preoccupazioni vertono ovviamente ai dati che sono stati riportati, quali il numero di EX VE 1369 (1,7%), coppie patologiche: 36 eventi (patologia=malattia?), pvc singoli /interp. 1088/1 e 4/204 di BI/Trigeminismo.

La ringrazio per tutto.
Enrico
[#3] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Salve Enrico,
sono contento come il fattore ansia l'abbia individuato ella stesso, a mezzo della dimizuzione delle exs con il riposo.

Nelle ore notturne una riduzione della frequenza cardiaca è fisiologica, direi auspicabile.

Come pure bisognerebbe valutare che attività stava svolgendo quando è stato registrato un numero di 103 bpm, di cui non sappiamo l'orario.

1369 EXV su 79645 battiti totali sono una inezia. Già detto!!
Tanto meno costituiscono un problema 6 EXSP con una coppia.

Le ho già detto che lei deve attenersi al referto del cardiologo che non segnala nulla di anomalo dopo la visione del tracciato, NON a al referto del software del computer. Quest'ultimo va verificato de visu ed è per gli addetti ai lavori.
Il cardiologo infine non ha segnalato, amichevolmente e ufficialmente, nel referto, nessuna alterazione degna di nota.

Ovviamente, se si dovesse decidere per una terapia beta bloccante, la compressa andrebbe assunta al mattino presto e non di sera perchè accentuerebbe la fisiologica bradicardia notturna.

Io fossi in lei non assumerei alcunchè.
Tuttavia si senta col cardiologo anche per il già suggerito ecocardiogramma color doppler e se vuole, a conferma della benignità delle EXS, una prova da sforzo (nel cuore sano le EXS scompaiono allo sforzo massimale e spesso ricompaiono nel recupero).

Buon pomeriggio.
V.C.


[#4] dopo  
Utente 387XXX

Iscritto dal 2015
Molte grazie dottore, rimango sorpreso piacevolmente s'intende, per avere un parere medico addirittura in giornata, di domenica poi... Non sono abituato.
Fc min 44bpm alle 4.14 di notte Fc max 103 bpm alle 12.46 in macchina mentre stavo andando a togliere l'Holter.
Concordo pienamente con Lei, provo per qualche giorno a non assumere il farmaco, tengo comunque monitorata la pressione, che non credo s'impenni, caso contrario ritorno sui miei passi.
Grazie ancora.
La saluto cordialmente.
Enrico
[#5] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Salve Enrico,
la ringrazio della stima dichiarata.

In quanto alla sospensione del Lobivon, che è un betabloccante con spiccata azione vasodilatatrice e molto poco bradicardizzante rispetto ai beta litici puri, non agisca di sua iniziativa. In Medicina il paziente NON deve mai fare "di testa sua"....

"Io fossi in lei non assumerei alcunchè" non è un invito a stoppare la terapia, soprattutto se lei l'assume anche per l'I.A. e non solo per l'extrasistolia.

Si consulti con il curante, anche perchè malgrado assuma solo 1/2 compressa sarebbe bene usare una strategia di sospensione graduale nel giro di una settimana.

Tanto per evitare fraintendimenti.

Cari saluti.