Utente 388XXX
Salve a tutti,
Sono nuovo di questo sito e non so ancora per bene come funzioni..
Ad ogni modo mi rivolgo a voi esperti che di certo saprete darmi risposte soddisfacenti.
Vi spiego..Prima di tutto sono un ragazzo di 20 anni.. Circa un annetto fa ho tagliato il frenulo (sotto intervento) poiché non riuscivo a scoprire il glande in alcun modo.. Dopo l'intervento non ho avuto più problemi, ma mi sono accorto dell'ipersensibilitá che ha.. É un fastidio allucinante, neanche posso soffiarci sopra tanto il fastidio.. So che é una cosa normale, ma a me da problemi nei rapporti, cosí ho iniziato ad utilizzare EMLA, che mi risolve il problema momentaneamente.. Alcuni mi hanno consigliato di tenerlo scoperto negli slip in modo da "fortificare" la superfice del glande, ma vi assicuro che il dolore é allucinante.. Cosí ho pensato: se uso la pomata EMLA in modo da anestetizzare il glande e poi lo tengo scoperto negli slip? É una soluzione che puó dare qualche risultato col tempo? O magari il glande non si fortifica e rimane sempre ipersensibile poiché é anestetizzato? Spero di essere stato chiaro nella descrizione del problema.. In attesa di una vostra risposta, grazie anticipate e vi pongo i piú cordiali saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
l' ipersensibilità del glande deriva da fenomeni infiammatori locali o prostatici o da fenomeni ansiosi. Si faccia vedere da collega ed eviti quella pomata. Per intanto utilizzi olio di mandorle dolci per igene intima.
[#2] dopo  
Utente 388XXX

Iscritto dal 2015
Grazie mille per la risposta, non appena passerá il mese di agosto provvederó a parlarne col medico curante..
Volevo chiederle solo un'ultima cosa: per caso esiste una cura che abbia come scopo la desensibilizzazione del glande?
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
hanno tutte quello scopo.
[#4] dopo  
Utente 388XXX

Iscritto dal 2015
In che senso, non vi ho capito.
Vi chiedevo se esistesse un farmaco che con una terapia riduce via via la sensibilitá del glande in modo permanente e non temporaneo
[#5] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Nel senso che tutti i trattamenti mirano a quello: se le ho appena detto che le cause sono diverso, è ovvio, mi pare che le terapia siono diverse.