Utente 120XXX
Buona sera,
il problema che riscontro ormai da qualche anno è la difficoltà a respirare.
Ultimamente il disturbo è aumentato tanto che, spesso , quando parlo, non riesco a completare un discorso e sono costretto ad interrompere la conversazione per prendere fiato per diversi secondi.
la sensazione che ho costantemente è quella della "fame d'aria" che non riesco a placare se non i rari casi.
inoltre, quando effettuo delle inspirazioni più profonde, accuso un po' di dolore in 2 punti: all'altezza dell'addome e appena sotto lo sterno.
premetto che non ho mai bevuto ne fumato e non ho mai fatto uso di droghe o farmaci.
non sono depresso, ne ansioso.
avverto della stanchezza e tal volta "sento" il battito del cuore nella pancia.
sono sportivo e mi alleno almeno 3 ore a settimana.
i miei battiti si aggirano sempre intorno a 60/65 al minuto e la pressione è 120/80 normalemente anche se spesso e da sempre la mia pressione è ben più bassa.
ho fatto visita specialistica con lo pneumologo e cardiologo senza esami strumentali se non per un elettrocardiogramma.
in famiglia, mio padre ha subito un intervento di angioplastica e mia madre un intervento all'aorta per un'aneurisma(sostituzione Tubo).
le analisi al sangue vanno bene tranne per un po' di colesterolo alto (totale 250 circa)
mi domando se e come dovrei indagare ulteriormente ed eventualmente con quale altro specialista/esame se opportuno.
grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
È opportuno che lei esegua u. Ecocolordoppler cardiaco ed un ECG sotto sforzo, prima di far colpa all ansia.
Arrivederci