Utente 378XXX
Buona giorno, sono una donna di 39 anni e mi sono rivolta a due specialisti della mia zona per chiedere un consulto su un possibile trattamento efficace sulla cellulite che nel mio caso concordano entrambi sull'essere ancora al primo/secondo stadio.
Entrambi gli specialisti sono assolutamente d'accordo sull'efficacia del massaggio linfatico manuale ma ho trovato una netta discordanza riguardo alla possibilità di integrare con altri trattamenti. Dando già per scontata una buona alimentazione e una regolare attività fisica uno di loro sostiene che il massaggio linfatico manuale debba essere alternato da un massaggio manuale più energico che tramite una pressione adeguata delle mani riesca a rompere le cellule adipose così che il contenuto di tali cellule si disperda nel fluido intercellulare e a sua volta venga trasportato ed eliminato dal sistema linfatico. Chiaramente questo massaggio che da me é stato testato é un massaggio abbastanza doloroso e devo dire che il giorno seguente le zone trattate erano ancora un po' indolenzite. L'altro specialista sostiene che un massaggio di questo tipo sia deleterio perché provocherebbe dei vuoti in corrispondenza della zona dove le cellule adipose sono state distrutte che a livello estetico si tradurrebbero in avvallamenti difficili poi da recuperare. Così come il massaggio manuale energico sostiene che lo stesso effetto venga provocato da tutti quei trattamenti meccanici ora tanto in voga che hanno come scopo la distruzione della cellula adiposa e che qualsiasi massaggio o trattamento che provoca dolore sia di per se non adeguato.
Potrei avere una vostra opinione? Ringrazio anticipatamente
[#1] dopo  
Dr. Dario Graziano
44% attività
16% attualità
16% socialità
NOVARA (NO)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2010
gentile utente, il massaggio energico ha più che altro lo scopo di ridurre l'edema dei tessuti. "per rompere le cellule" è necessaria una pressione davvero elevata.
cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 378XXX

Iscritto dal 2015
La ringrazio per la sua risposta. Posso allora continuare a praticarli alternandoli al massaggio linfatico senza incorrere nel rischio dei cosiddetti buchi o avvallamenti? Cioè la riduzione dell'edema dei tessuti è comunque positivo al fine di migliorare questo inestetismo? Grazie ancora per la Sua disponibilità.