Utente 395XXX
Buonasera
Sono un ragazzo di 25 anni e nel 2001 sono stato operato di appendicite che ha avuto delle complicazioni in infezione della ferita. Fino a 2 anni fa non ho avuto nessun disturbo ma da 2 anni soffro di tremendi dolori nella zona destra del addome sotto proprio al taglio del operazione di appendicite. Dolori che si spostano nella zona del testicolo dx e nel inguine e conscia dx. Dolori che mi sembra che ho un coltello dentro la pancia e quando si spostano nella coscia o testicolo sono dolori nervosi come se mi pulsasse il muscolo. Ho fatto colonoscopia, varie ecografie compete del addome e del anca è una tac. In nessuna di discinta niente di annomalo. Il gastroenterologo palpando l addome dice che c'è qualcosa una cicatrice/aderenza dell'operazione fatta che va a premere sul nervo dei muscoli della gamba che passano li. E in questi 2 anni mi hanno dato antibiotici perché si pensava fosse una infezione alle vie urinare. Anche se le analisi delle urine delle feci non trovano niente di annomalo.adesso mi hanno prescritto una cura a base di normax ma il dolore non diminuisce e sembra che non mi fa nessun effetto. Io ho dolore solo durante la giornata di notte non ho mai dolore, il dolore inizia la mattina e essendo che faccio un lavoro i cui sto tutto il giorno in piedi ho dolore x tutto l'arco della giornata. E volevo chiedere se può essere che quando mi hanno operato non abbiano asportato tutto l appendice? E se si può operare di nuovo di appendicite? E cosa posso fare perché le medicine non mi alleviano il dolore.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Sergio Sforza
36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Gentile utente, da quello che descrive, potrebbe essere, come già le hanno rappresentato, una sindrome aderenziale, ma si faccia visitare da un chirurgo, per escludere l'evenienza di un'ernia inguinale. L'appendice se è stata rimossa completamente, non è la causa dei suoi disturbi e inoltre una infiammazione appendicolare, da dolore anche durante la notte.
Saluti
[#2] dopo  
Utente 395XXX

Iscritto dal 2015
Il chirurgo dopo aver tastato l'addome dice di sentire qualcosa di annomalo spingendo con il dito. Ma l'ecografia è la tac non rileva niente. Così mi ha prescritto la cura con normast 600mg ma i dolori sono sempre gli stessi non sono calati. E sono 2 anni che vanno avanti. Se fosse un aderenza si può rimuovere chirurgicamente? Come si può risolvere? Grazie
[#3] dopo  
Dr. Sergio Sforza
36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Se dovesse essere accertato che si tratta di aderenze è contemplata la aderenziolisi laparoscopica, ma va fatta in mani esperte, perché ogni intervento può essere causa di ulteriori aderenze.
Saluti
[#4] dopo  
Utente 395XXX

Iscritto dal 2015
Quale esame mi può dare la certezza che si tratta di aderenze? Grazie
[#5] dopo  
Dr. Sergio Sforza
36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
La diagnosi di sindrome aderenziale si fa sostanzialmente per esclusione, avendo escluso, appunto, che ci siano altre cause a sostenere la sintomatologia accusata.
Saluti